Redazione Paese24.it

Camera Commercio e Tribunale Cosenza insieme per giustizia alternativa alle imprese

Camera Commercio e Tribunale Cosenza insieme per giustizia alternativa alle imprese
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

La Camera di Commercio, presieduta da Klaus Algieri, ha siglato con il Tribunale di Cosenza, presieduto da Maria Luisa Mingrone, un Protocollo d’Intesa per la promozione dell’ADR (Alternative Dispute Resolutions) e, come pari convenzione simile solo a Trieste, dell’Organismo di Composizione della Crisi da Sovraindebitamento: due importanti strumenti attivati per dare l’avvio a un comune progetto sinergico, finalizzato alla risoluzione di alcune delle criticità che affliggono il sistema giudiziario nel territorio di competenza. Alla firma dell’accordo hanno presenziato, tra gli altri, il Prefetto di Cosenza, Gianfranco Tomao, il Procuratore della Repubblica di Cosenza, Mario Spagnuolo.

“A Cosenza, grazie alla convenzione tra Camera di Commercio e Tribunale – dichiara nella nota stampa il presidente Algieri – cittadini e imprese potranno avvalersi di processi più veloci e di un nuovo modo di conciliare le controversie. Inoltre, questi strumenti saranno una forma di garanzia per tutte quelle imprese che vogliono investire nella nostra provincia, perché troveranno a loro disposizione un territorio più consapevole e una giustizia più efficiente”. Ci saranno, infatti, meno processi e più arbitrati, ma anche conciliazione telefonica, insieme a mediazione preventiva e delegata, messe a disposizione grazie alle nuove norme sul Processo civile veloce (legge 162/2014, ndr) dove le parti, con un’istanza congiunta, potranno richiedere l’avvio di un procedimento arbitrale anche a causa iniziata. L’arbitrato è uno strumento per la risoluzione delle controversie civili e commerciali alternativo all’ordinaria via giudiziaria: la sua caratteristica fondamentale è la possibilità di avvalersi di arbitri, tra tecnici ed esperti della materia debitamente formati, con una procedura che termina entro i 180 giorni dal suo avvio.

Inoltre, grazie all’importante strumento dell’OCC, la Camera di Cosenza gestirà la procedura di sovraindebitamento, risolvendo su basi negoziali quelle situazioni di insolvenza che riguardano soggetti che non possono accedere alle procedure previste dalla legge fallimentare.

Presto, la Camera di Commercio di Cosenza avvierà una serie di incontri presso le venti sedi decentrate dislocate presso i Comuni della provincia che hanno aderito alla creazione di un apposito Sportello di Conciliazione, affinché la collettività e le imprese possano conoscere le opportunità offerte nel ricorrere ai servizi dell’ADR e dell’OCC. Il presidente Algieri, oltretutto, ha già sottoscritto per conto della Camera una convenzione con il Tribunale di Castrovillari per la gestione congiunta delle procedure di sovraindebitamento e degli altri strumenti di giustizia alternativa (mediazione, conciliazione, arbitrato), confermando nella conferenza di oggi che un’altra convenzione simile verrà stipulata a breve con la presidenza del Tribunale di Paola.

Redazione

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *