Redazione Paese24.it

Corigliano nella morsa del fenomeno migranti. Con il problema dei minori non accompagnati

Corigliano nella morsa del fenomeno migranti. Con il problema dei minori non accompagnati
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Nella foto, lo sbarco di domenica

Corigliano è ormai nella morsa del fenomeno migranti. Dopo l’ultimo sbarco in ordine di tempo, avvenuto domenica, il sindaco Geraci si appella alle alte istituzioni come Regione, Prefettura e Governo ma a suo dire non sarebbe arrivata nessuna risposta. Il problema più grande da affrontare è quello relativo ai minori non accompagnati (più di 50 con ultimo sbarco).

A Corigliano non esistono strutture idonee, tant’è che è stato riconvertito il Palazzetto dello Sport ed anche una scuola per poter ospitare i minori che in totale sarebbero un centinaio. Dopo lo sbarco di domenica, dei minori non accompagnati, 10 sono stati affidati alla Caritas di Morano Calabro; 9 alla Caritas di Rossano. I restanti 30 minori (di cui 7 femmine), sono stati sistemati presso il plesso scolastico della frazione Cantinella. Qui si è riunito in tempi rapidissimi il Consiglio d’Istituto per deliberare la destinazione d’uso. Il sindaco ha garantito che i locali saranno liberati in tempo per l’inizio del nuovo anno scolastico. Gli altri 60 minori restano al momento all’interno del Palazzetto dello Sport.

I migranti adulti, tutti provenienti dalla zona sbsahariana, sono strati trasferiti in pullman in altre regioni italiane. Mentre sono stati arrestati due giovani – uno marocchino e l’altro egiziano – in quanto ritenuti essere gli scafisti di uno dei natanti soccorsi nel Canale di Sicilia con i migranti che poi sono stati sbarcati a Corigliano con una nave della Marina Militare.

Vincenzo La Camera

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *