Redazione Paese24.it

Trebisacce, camper della salute in piazza per la MOC

Trebisacce, camper della salute in piazza per la MOC
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Nel suo tour regionale finalizzato a… mettere in circolo la prevenzione sanitaria, il “Camper della salute” di proprietà dell’AVIS Regionale Onlus che opera in sintonia con “The Rotary Fundation” e la Fondazione “Sapientia” e affidato all’Avis provinciale di Cosenza, lunedì 10 ottobre, dalle 9.00 alle 12.00, stazionerà nel quartiere San Martino di Trebisacce e precisamente in via Giovanni XXIII per uno screening sulla MOC (mineralometria ossea computerizzata).

Lo screening in programma a Trebisacce è stato organizzato dal Comitato Avis di Trebisacce che, in collaborazione con l’Avis di Rossano, ha già alle spalle una serie di iniziative per la donazione del sangue. L’unità di diagnosi mobile in dotazione all’Avis Regionale sarà dotato anche di ecografo multidisciplinare, elettrocardiografo, apparecchio spirometrico per effettuare una serie di esami che andranno dalla MOC all’ecografia addominale, a quella mammaria e pelvica, dall’ecodoppler degli arti inferiori, dei bronchi e sovra-ortici all’ECG e alla spirometria.

Si tratta in pratica di una unità mobile destinata a portare le strutture diagnostiche nella periferia ed a servire in particolare quelle zone meno presidiate dal servizio sanitario pubblico. Nel caso in specie lo screening sarà riservato alla MOC che, come è noto, è l’esame che indaga sulla la quantità di calcio presente nelle ossa e serve per prevenire l’osteoporosi. Esso si rivela infatti utile soprattutto per le donne in menopausa, che vengono considerate a rischio di demineralizzazione ossea e quindi di osteoporosi. Grazie a questo esame si può valutare il profilo globale della salute dell’osso e fare dunque una diagnosi precoce accertando il rischio di andare incontro all’osteoporosi negli anni successivi. Sarà così possibile accertare il rischio di quelle improvvise e spesso accidentali fratture alle ossa (in particolare del femore) si cui molto spesso sono vittime gli anziani.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *