Redazione Paese24.it

Eletto nuovo segretario Fillea Cgil Pollino-Sibaritide-Tirreno

Eletto nuovo segretario Fillea Cgil Pollino-Sibaritide-Tirreno
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Giuseppe De Lorenzo è il nuovo segretario della Fillea Cgil Pollino Sibaritide Tirreno. Succede ad Antonio Di Franco che pochi giorni fa è stato, a sua volta, eletto nella segreteria nazionale della categoria. Il voto dell’assemblea generale – riunitasi ieri (26 novembre) presso il campo base Italsarc di Mormanno – è stato unanime. Presenti, tra gli oltre 150 iscritti Fillea provenienti da ogni cantiere, il neo segretario nazionale Di Franco, il segretario Generale Fillea regionale Gigi Veraldi e il segretario generale Cgil comprensoriale Giuseppe Guido.

15218444_1917671098461933_1058422137_nGiuseppe De Lorenzo (nella foto), già in segreteria della Flai Cgil comprensoriale, e responsabile, da circa due anni, della Camera del Lavoro di Corigliano Calabro, nella sua relazione programmatica, ha ripercorso le vertenze che la Fillea, nel corso dell’ultimo decennio, ha portato avanti. «Dai cantieri per il completamento della Sa-Rc, ai lavori per il raddoppio della s.s. 534. Inoltre – si legge in una nota – i lavori di ammodernamento della S.S. 106 nel tratto Roseto-Sibari e l’avvio del cantiere per la costruzione del “nuovo ospedale della Sibaritide”. Senza tralasciare il cementificio Italcementi di Castrovillari, la Silc Spa di Corigliano, e il materassificio V.M. di Oriolo».

«Le sfide per un lavoro di qualità – ha affermato il neo segretario – passano tutte attraverso i protocolli che la categoria ha saputo creare negli anni a difesa della legalità e della sicurezza sul lavoro. Protocolli che dovranno far parte necessariamente di tutti i futuri cantieri». Oltre che ricordare le numerose vertenze aperte, un commosso saluto è stato tributato a tutte le vittime sul lavoro e, in particolare, a chi ha perso la vita nel tragico incidente sul viadotto Italia.

Redazione

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *