Redazione Paese24.it

Calcio. Castrovillari vince nel Fair Play. Tempi duri per Roseto. Cade Trebisacce. Scossa Amendolara

Calcio. Castrovillari vince nel Fair Play. Tempi duri per Roseto. Cade Trebisacce. Scossa Amendolara
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

SERIE D (13^ giornata)

Un punticino di speranza a Santa Maria Capua Vetere per il Castrovillari, offuscato però dalle vittorie delle dirette concorrenti per la salvezza. Contro il Gladiator (nella foto, tratta dal profilo facebook della squadra campana), i “Lupi del Pollino” hanno sfiorato il bottino pieno andando per poi essere raggiunti definitivamente ad un quarto d’ora dalla fine. Al 28′ Miceli porta in vantaggio gli ospiti e la prima frazione si chiude sullo 0-1. Ad inizio ripresa il bel gesto di fair play del Castrovillari. I ragazzi di mister Viola trovano il raddoppio con Perri il quale non si era accorto che gli avversari si erano fermati a causa di un infortunio all’altro castrovillarese Lupacchio. A questo punto, dopo un consulto con la panchina, i rossoneri decidono di far andare in gol il Gladiator, con Del Sorbo, una volta battuta la palla al centro. Si riparte sul risultato di 1-2. E i locali al 74′ riescono a trovare il pari con una rovesciata in area di De Carolis. Domenica prossima arriva al “Mimmo Rende” il Sersale, ultimo in classifica, e vincitore del girone di Eccellenza l’anno scorso proprio davanti al Castrovillari. Per i rossoneri è una delle ultime possibilità per provare a ribaltare una stagione sinora molto deludente.

Aversa Normanna-Sicula Leonzio 0-3; Cavese-Gela 1-2; Gladiator-Castrovillari 2-2; Igea Virtus-Gragnano 2-0; Palmese-Due Torri 2-3; Sarnese-Roccella 0-1; Rende-Pomigliano 2-1; Sancataldese-Turris 0-2; Sersale-Frattese 0-0

Igea Virtus 30; Cavese 26; Gela e Turris 25; Sicula Leonzio 24; Rende 23; Pomigliano e Gladiator 21; Palmese 19; Frattese 18; Sancataldese 16; Gragnano 14; Aversa Normanna 13; Roccella e Sarnese 12; Due Torri 9; Castrovillari 5; Sersale 4

ECCELLENZA  (12^ giornata)

Dopo un bel periodo condito da prestazioni e punti, il Trebisacce perde contro la matricola Luzzese che sta dimostrando di meritare la categoria. Sull’erba del Comunale di Luzzi, gli ospiti erano anche passati in vantaggio al 20′ con un colpo di testa di Maio, ma appena sette minuti dopo i locali rimettevano le cose a posto con un’azione rocambolesca. Ad inizio ripresa Mazzei dopo aver saltato due avversari trova il gol partita. In vetta, la Cittanovese insidia la capolista Isola Capo Rizzuto.

GallicoCatona-Isola CR 2-0; Acri-ReggioMediterranea 1-0; Cittanovese-Vigor Lamezia 1-0; Corigliano-Scalea 1-3; Locri-Siderno 0-0; Luzzese-Trebisacce 2-1; Paolana-Cutro 2-1; Sambiase-Roggiano 5-0

Isola CR 29; Cittanovese 28; Vigor Lamezia 23; Paolana 22; Scalea 20; Trebisacce 19; Luzzese e GallicoCatona 18; Locri 16; Sambiase, Acri e ReggioMediterranea 14; Cutro 13; Corigliano 11; Siderno 9; Roggiano 1

PROMOZIONE (12^ giornata, gir. A)

Continua il momento negativo per la Juvenilia Roseto che incappa nella terza sconfitta consecutiva. A Lamezia finisce con un rocambolesco 4-3 per la Promosport. Gli ospiti vanno all’intervallo sotto per 2-1. Ma nella ripresa riescono addirittura a stravolgere il risultato portandosi avanti per 2-3 con la rete del bomber Galati. Ma nel finale, anzi nel recupero, succede l’incredibile (come nella partita Inter-Sampdoria del novembre 2007, con i nerazzurri che vinsero in rimonta sui titoli di coda): prima i locali pareggiano al 93′ e poi mettono il naso avanti al 95′ beffando la Juvenilia che comunque chiude la gara in nove uomini.

Marina di CZ-Aprigliano 0-2; Promosport-Juvenilia 4-3; Belvedere-Cotronei 2-1; Brutium Cosenza-Cariati 5-1; Amantea-Olympic Acri 1-0; Botricello-San Fili 0-1; Filogaso-Silana 1-3; Garibaldina-Maida 0-1

Amantea 29; Cotronei 26; San Fili e Maida 25; Silana 24; Promosport 20; Belvedere 19; Olympic Acri e Aprigliano 17; Filogaso e Juvenilia 16; Brutium Cosenza 12; Garibaldina 11; Botricello 7; Cariati 5; Marina di Cz 3

PRIMA CATEGORIA (11^ giornata)

Vittoria di prestigio per l’Amendolara che supera in casa il Krosia, squadra di vertice ed eterna avversaria poi domata nello scorso campionato. Questa è la prima partita vinta dall’Amendolara sinora nel torneo, alla luce del fatto che la “manita” rifilata allo Schiavonea all’ottava giornata è stata ribaltata dal giudice sportivo che ha assegnato lo 0-3 a tavolino per gli ospiti in quanto l’Amendolara non ha schierato durante la partita almeno due giocatori nati dal 1 gennaio 1996 in poi, ma soltanto uno. Tornando alla gara di domenica pomeriggio, i giallorossi locali chiudono sotto la prima frazione, subendo proprio allo scadere il gol sull’unico tiro in porta degli avversari. Dagli spogliatoi esce un’Amendolara decisa a ribaltare la gara, mentre il Krosia pian piano si dissolve. Nei primi minuti della ripresa il risultato è ribaltato. Prima Lista su rigore pareggia per i suoi e poi al 6′ è Pastore a trovare il gol vittoria. Nel finale gli ospiti si sbilanciano alla ricerca del pari rischiando di subire il terzo gol. Gran bella bagarre in testa alla classifica, dove il Cassano agguanta il primo posto dopo aver vinto lo scontro diretto a Rossano.

Atletico Scalea-Sofiota 3-3; Geppino Netti Morano-Città di Rossano 0-1; Schiavonea-Città di Montalto 8-4; Rossanese-Young Boys Cassano 1-2; Amendolara-Krosia 2-1; Mirto Crosia-Cetraro 2-2; Real Sant’Agata-Praia 0-1; Rose-Atletico Corigliano 2-0

Rossanese e Young Boys Cassano 23; Mirto Crosia e Città di Rossano 22; Krosia 21; Praia 18; Atletico Corigliano 16; Cetraro 15; Real Sant’Agata 14; Rose e Geppino Netti 11; Città di Montalto 10; Amendolara e Schiavonea 9; Atletico Scalea e Sofiota 7

Vincenzo La Camera

 

 

 

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *