Redazione Paese24.it

«Pd non ha aderito a “Trebisacce Ideale”. Spatola si muove a titolo personale»

«Pd non ha aderito a “Trebisacce Ideale”. Spatola si muove a titolo personale»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Amministrative di primavera: acque agitate in seno al Circolo Cittadino del Partito Democratico dopo l’entrata nel Movimento Civico “Trebisacce Ideale” di Remo Spatola esponente politico di lungo corso, già vice-sindaco per due consiliature, attualmente componente del Direttivo del Circolo Cittadino e di quello Provinciale del PD. Attraverso una nota scritta il segretario del Circolo Cittadino Pierfrancesco De Marco non ha esitato ad esprimere il suo «stupore per il fatto che una persona dell’esperienza e sensibilità politica oltre che di lunga militanza come l’architetto Spatola, libero, a titolo personale di aderire a qualsiasi movimento politico, – ha scritto De Marco – abbia avvertito l’esigenza di rimarcare il suo ruolo e declinare le sue cariche all’interno del Partito Democratico, ingenerando così nell’opinione pubblica, senz’altro involontariamente, la sensazione di un’adesione del PD al neo costituito Movimento».

Per la verità Remo Spatola, al momento della presentazione ufficiale del Movimento Civico “Trebisacce Ideale” a cui ha aderito, pur avendo mosso una serie di critiche alla gestione locale del partito, non ha detto di rappresentare il partito ma il Segretario del Circolo ha inteso «doverosamente precisare, a scanso di equivoci e fraintendimenti, che il Partito Democratico non ha al momento aderito a nessun movimento o progetto politico in vista delle prossime Amministrative». In merito poi alle dichiarazioni sulla scelta del candidato-sindaco, identificato nella persona del sindaco in carica Franco Mundo, lo stesso Segretario De Marco ha inteso altresì precisare che il PD non ha ancora espresso candidati ma, a suo dire, lo farà nelle forme e secondo le procedure proprie di un partito politico «e quindi – ha scritto testualmente – senza ostracismi né automatismi di sorta, rispettando comunque la propria vocazione, gli ideali e la collocazione di un partito riformista di sinistra».

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *