Redazione Paese24.it

Castrovillari, in Consiglio comunale incalza la protesta degli ex lavoratori Femotet

Castrovillari, in Consiglio comunale incalza la protesta degli ex lavoratori Femotet
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

A Castrovillari Consiglio comunale acceso dalla protesta di 36 ex lavoratori Femotet per il mancato pagamento di alcune mensilità, oltre al trattamento di fine rapporto (per un totale di un milione di euro). Toni accesi soprattutto dopo la decisione del presidente del Consiglio, Piero Vico, di procedere ad una nuova ricognizione volta a verificare la situazione negli uffici preposti, con i capigruppo, prima di dare le opportune risposte. Gli operai, alla fine allontanati di peso dall’aula, chiedevano invece un impegno immediato.

La discussione è proseguita poi sulle variazioni di bilancio. Sfavorevoli i consiglieri Peppe Santagada, Maria Antonietta Guaragna e Ferdinando Laghi che hanno sottolineato «la mancanza di una seria organizzazione» e «criticato scelte, mancanza di coinvolgimento della Minoranza e distorta modalità di approccio delle situazioni anche per quanto riguarda lo Staff del sindaco (precisato dal primo cittadino come legittima scelta)», astenendosi solo sui debiti fuori bilancio. Astenuto il consigliere Massarotti.

Sei le interrogazioni presentate dai consiglieri delle Liste Civiche di “Solidarietà e Partecipazione”, riguardanti la situazione dell’Ospedale “Ferrari”, il funzionamento della biblioteca e dell’archivio comunale, il rischio di soppressione della Caserma “Ettore Manes”, la questione del Gestore Servizi Elettrici per il quale si chiedeva un’azione legale come registrato in una delibera di Consiglio del 2010, la sistemazione dello Sportello Informagiovani e lo spiacevole episodio accaduto al Polisportivo “Primo Maggio” con l’abbattimento da parte di ignoti di una porta del campo di calcio. I consiglieri Laghi, Guaragna e Santagada hanno richiesto maggior impegno e attenzione. Giudizi respinti dalla Maggioranza per voce del sindaco, Domenico Lo Polito e dell’assessore Silella, i quali hanno precisato, rispondendo alle interrogazioni, l’impegno quotidiano dell’Ente, nonostante la mancanza di personale. Per Lo Polito «la città cresce in qualità ed il Comune è impegnato con risorse proprie».

Federica Grisolia

Share Button

One Response to Castrovillari, in Consiglio comunale incalza la protesta degli ex lavoratori Femotet

  1. Irene 2016/12/02 at 21:16

    Non né civile da parte del PRIMO CITTADINO ha togliere la DIGNITÀ ai propri cittadini : l’ospedale, la caserma Manas ( ne abbiamo BISOGNO di tutti coloro ), i lavoratori trascurati ( tratti come se fossero oggetti… gente onestà che appena arriva fine mese…vengono trattati come SPAZZATURA semplicemente perché chiedendo il loro PANE )?!…Dopo un anno di menzogne cosa devono fare queste VITE UMANE e loro famiglie? Forse ci siamo dimenticati che La REPUBBLICA si è fondata sul LAVORO…

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *