Redazione Paese24.it

Referendum. Netta vittoria del NO. Dimissioni di Renzi aprono crisi di Governo

Referendum. Netta vittoria del NO. Dimissioni di Renzi aprono crisi di Governo
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Alle ore 23 si sono chiusi i seggi in tutta Italia che hanno visto gli aventi diritto recarsi alle urne nella giornata di oggi per il Referendum Costituzionale. I dati a livello nazionale parlano di un’affluenza molto alta. Per la precisione del 68,48%. Si è votato di più al Nord, in Veneto (76,66%), Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna. Fanalino di coda la Calabria (54,43%).

In provincia di Cosenza ha votato il 55,88%. Nell’Alto Jonio si è votato di più a Rocca Imperiale con il 57,95% degli aventi diritto. Cosenza 59,61%, Rossano 49,83%, Corigliano 45,83%, Castrovillari 57,44%. In provincia il paese che ha fatto risultare il più alto tasso di votanti è stato Rovito con il 71,87%. A Terravecchia, invece, in pochi si sono recati alle urne: appena il 33,23%.

Al termine dello scrutinio il NO si è imposto con il 59,95% (SI 40,05%), confermando gli exit poll e bocciando così la riforma della Costituzione proposta dal Governo Renzi. Il NO in testa dappertutto. Il SI vince in Emilia Romagna, Trentino Alto Adige e Toscana. Mentre tiene in Umbria. Intanto Renzi dalla conferenza stampa a Palazzo Chigi di stanotte ha confermato che l’esperienza di Governo è finita. Per oggi è previsto il Consiglio dei Ministri e subito dopo il premier salirà al Colle dove consegnerà al presidente della Repubblica Matterella le sue dimissioni. Si apre così ufficilamente la crisi di Governo tra l’esultanza del Movimento 5Stelle, Forza Italia e Lega Nord.

 

v.l.c.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *