Redazione Paese24.it

Villapiana. Pensionato deceduto per ritardo soccorsi? Caso approda in Consiglio Comunale

Villapiana. Pensionato deceduto per ritardo soccorsi? Caso approda in Consiglio Comunale
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Ennesimo caso di malasanità?: se n’è occupato il Consiglio Comunale di Villapiana che ha approvato all’unanimità una energica mozione di protesta contro l’azienda sanitaria e contro la politica sanitaria regionale. E’ finito infatti tra i banchi della civica assise il recente caso di un pensionato del luogo deceduto per un infarto nella sua abitazione del centro storico rispetto a cui, secondo quanto è emerso nella discussione, la macchina dei soccorsi avrebbe mostrato grosse lacune. La notizia circa la carenza dei soccorsi, oltre che suscitare rabbia e sdegno tra i familiari del pensionato, è circolata ben presto tra la popolazione destando notevole scalpore e preoccupazione. Nel corso del lungo dibattito su questo tema, nel quale sono intervenuti consiglieri di Maggioranza e di Opposizione, sono stati toccati tanti altri aspetti della “sanità che non c’è” su un vasto territorio come l’Alto Jonio costellato di una serie di paesi montani che pagano sulla pelle dei propri abitanti, in gran parte anziani, la chiusura dell’ospedale di Trebisacce che fino a marzo del 2012, allorchè è stato inopinatamente chiuso, costituiva l’unico presidio sanitario di prossimità e la cui riapertura, sebbene sancita dal Consiglio di Stato, rimane soltanto una buona intenzione su cui la politica sanitaria continua a perdere tempo.

E’ stato inoltre sottolineato il fatto che l’unico mezzo per affrontare l’emergenza al momento risulta essere l’eli-ambulanza in grado di bruciare le distanze e abbreviare i tempi del soccorso, ma anche questo servizio, per quanto efficace, è utilizzabile solo di giorno e non è attivo di notte. Il Consiglio Comunale, oltre ad esprimere una vibrata protesta, ha programmato sin da adesso un nuovo Consiglio Comunale aperto al contributo degli altri comuni, con all’ordine del giorno la “questione sanità nell’Alto Jonio”.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *