Redazione Paese24.it

Rossano, il Codex volta pagina. Bambini alla scoperta del prezioso manoscritto

Rossano, il Codex volta pagina. Bambini alla scoperta del prezioso manoscritto
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Nella foto il museo dov’è custodito il prezioso Codex Purpureus Rossanensis

La Diocesi di Rossano-Cariati, dal 2 al 4 dicembre, in occasione del cambio della pagina del Codex Purpureus Rossanensis (Patrimonio dell’Unesco), ha promosso una serie di eventi. Nella mattinata di venerdì 2 dicembre, alla presenza dei bambini della scuola primaria e dell’infanzia di Terravecchia (Istituto Comprensivo di Cariati), si è dato vita alla cerimonia del cambio della pagina del Codex. L’antico Evangelario, per l’occasione, è stato sfogliato a teca aperta ed ammirato da vicino da quanti hanno preso parte all’evento. Gli alunni, a conclusione dell’incontro, hanno partecipato al primo laboratorio didattico ideato per le scuole dell’infanzia e primaria dal titolo: “I Colori del Codex”.

otium banner a

Sabato 3 dicembre, nell’Aula Polifunzionale del Museo, si è dato vita alla “Lectio Magistralis” del Prof. Francesco Filareto, riservata agli studenti della FUCI (Federazione Università Cattolica Italiana) e ai ragazzi del servizio civile della Caritas Diocesana. Una lezione, quella del Prof. Filareto (grazie anche all’ausilio di alcune slide per documentare le diverse pagine del Codex), che ha rapito letteralmente l’attenzione di quanti hanno preso parte all’interessante incontro. Filareto, nel corso del suo intervento, si è soffermato sulla storia di Rossano e sull’importante manoscritto risalente al VI° secolo, composto da 188 fogli (formato 31×26 cm) di pergamena color porpora, che contiene i Vangeli di Matteo e Marco.

Nel pomeriggio, invece, il Museo ha ospitato una performance d’arte e di poesia a cura della poetessa Anna Lauria. Domenica 4 dicembre, poi, i partecipanti al “Corso di formazione per operatore volontario per i beni culturali ecclesiastici”, realizzato nell’ambito del progetto Chiese Aperte, hanno accompagnato i tanti visitatori per le vie della città antica, alla scoperta delle diverse chiese abitualmente chiuse al pubblico. I volontari, per l’occasione, hanno offerto il servizio di visita guidata nelle seguenti chiese inserite nell’itinerario bizantino: Cattedrale, Panaghja, Sant’Anna, il Pilerio, San Marco e San Bernardino. Una visita guidata, dunque, alla scoperta dell’incantevole centro storico bizantino e delle diverse chiese. I visitatori, per l’occasione, sono stati guidati, durante l’itinerario bizantino, da Michele Abastante e Lorenzo Cara (Presidente del Club Trekking Rossano).

Antonio Le Fosse

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *