Redazione Paese24.it

Amendolara, riapre “ospedaletto”. Primo centro per bambini autistici finanziato dai cittadini

Amendolara, riapre “ospedaletto”. Primo centro per bambini autistici finanziato dai cittadini
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Presto l’Alto Jonio cosentino avrà un centro diurno riabilitativo ed educativo da dedicare ai bambini con autismo. Il primo esperimento di fundraising (raccolta fondi) nell’Alto Jonio, promosso dalla fondazione nazionale “I Bambini delle fate”, attraverso la campagna “Sporcatevi le mani”, porterà all’apertura, con l’anno nuovo, di un centro presso una struttura sita ad Amendolara paese (nella foto), messa a disposizione in comodato d’uso gratuito dal Comune, utilizzata sino a qualche anno fa come un “ospedaletto” di fisioterapia convenzionato con l’Asp, poi mestamente chiuso.

aaaLa campagna “Sporcatevi le mani” ha raccolto (e sta raccogliendo) più di 20.000 euro, denaro che servirà ad avviare il progetto in fase di start-up, coordinato dall’associazione fondata per l’occasione “Let Be Children”, presieduta da Samanta La Manna. Da un’indagine territoriale al momento sono circa una quindicina i bambini/ragazzi (tra i 18 mesi e i 18 anni) con disturbi generalizzati dello sviluppo, difficoltà di apprendimento, difficoltà comportamentali e deficit di linguaggio, che potrebbero usufruire gratuitamente dei servizi del centro che si avvarrà della professionalità di una dottoressa specializzata, coadiuvata da alcuni volontari appositamente formati dall’associazione.

In fase iniziale e quindi con l’attuale budget a disposizione 4-5 bambini potranno rientrare nei percorsi riabilitativi ed educativi, con la speranza da parte dell’associazione che aumentino i donatori. Le donazioni, circa 100 al momento (da Trebisacce e paesi limitrofi) m, sono, per così dire, forever. Cioè per sempre, 0.79 centesimi al giorno. E c’è già qualche azienda che si sta facendo avanti per donare prodotti materiali, come ad esempio la pittura per dipingere il nuovo centro diurno che sorgerà ad Amendolara.

Vincenzo La Camera

 

Share Button

One Response to Amendolara, riapre “ospedaletto”. Primo centro per bambini autistici finanziato dai cittadini

  1. PAGANO GIUSEPPE 2016/12/13 at 06:29

    E’ questa una struttura nata per fini sanitari.Fino a qualche anno fà era la sede di un ambulatorio zonale di fisiatria.Da allora,la struttura era stata abbandonata a se stessa.Se come descrive l’articolo,il cosiddetto “Ospedaletto” riaprisse come centro per bambini autistici,la cosa farebbe un immenso piacere a tutta la comunità Amendolarese,tranne ovviamente a quella parte di cittadini politicamente contro l’attuale amministrazione comunale perchè fautori della cosiddetta linea politica del “tanto peggio,tanto meglio”.Mi riferisco a quella parte della sinistra Amendolarese inconcludente,obsoleta e occupata da qualche decennio dai soliti personaggi,oramai e inesorabilmente,sulla via del tramonto.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *