Redazione Paese24.it

Trebisacce, l’autostazione si farà. C’è accordo tra Comune e Saj

Trebisacce, l’autostazione si farà. C’è accordo tra Comune e Saj
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Se ne parla ormai da anni ma è arrivato forse il momento che l’ex piazzale della Ferrovia (nella foto), a Trebisacce, intitolato all’ex cancelliere tedesco Willy Brandt possa finalmente diventare una moderna autostazione per l’arrivo e la partenza dei pulman che, a causa dei continui tagli di Trenitalia, ormai hanno soppiantato i treni. Il merito è della virtuosa sinergia tra l’esecutivo comunale che si è molto adoperato con RFI (rete ferroviaria italiana) per poter disporre dell’area ed il titolare dell’azienda SAJ di Trebisacce, Rocco Carlomagno, pronto a mettere a disposizione le risorse necessarie per realizzare l’opera.

otium banner a

Nel corso del consiglio comunale di ieri (venerdì) è stato infatti approvato all’unanimità il progetto esecutivo fatto redigere dalla stessa azienda Saj e, in Variante al PRG è stata dichiarata “di pubblica utilità” l’area su cui nascerà una moderna autostazione dotata di tutti i servizi e di tutti i confort che si addicono a una cittadina moderna come Trebisacce da cui partono e arrivano tutti gli autobus della SAJ che la collegano ai paesi interni dell’Alto Jonio e che collegano la cittadina jonica, oltre che con Cosenza, Taranto e Bari, con quasi tutte le città del centro-nord Italia.

Per la verità il Comune ha provato ad acquistare l’area dell’ex piazzale ferroviario attualmente utilizzato in comodato d’uso, ma le pretese esose di RFI più che mai interessata a monetizzare hanno sconsigliato l’acquisto ed è stato deciso di procedere con un esproprio per “pubblica utilità” che, per come prevede la normativa vigente, sarà regolato dalle leggi di mercato.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *