Redazione Paese24.it

Villapiana, Pd all’attaco di sindaco e municipalizzata. «Finanza allegra e favoritismi»

Villapiana, Pd all’attaco di sindaco e municipalizzata. «Finanza allegra e favoritismi»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Gestione allegra della finanza pubblica, favoritismi familiari e malversazione della forza lavoro. Sono questi in estrema sintesi le accuse che, sotto forma di strenna natalizia, il Direttivo del Circolo del Partito Democratico di Villapiana ha indirizzato al duo Paolo Montalti (nella foto)-Eduardo Lo Giudice rispettivamente sindaco di Villapiana e Amministratore Unico della BSV, la municipalizzata comunale che a Villapiana gestisce il servizio-rifiuti, ivi compresa la stazione di trasferimento intercomunale e inoltre la piscina comunale e altri importanti servizi tra cui le mense scolastiche.

L’ultimo capitolo dello spreco, sempre secondo il Circolo cittadino del Partito Democratico, sarebbero i circa 90mila euro della finanza pubblica, e quindi di soldi pagati dai villapianesi, dei quali 52mila euro destinati a pagare il fitto annuale di un capannone industriale che sorge nell’Area-Pip (di proprietà privata), da utilizzare per il rimessaggio dei mezzi utilizzati per il servizio di igiene pubblica, mezzi che finora sono stati ospitati gratuitamente presso lo stabilimento industriale “Sposato”; 19mila euro come appannaggio annuale di un responsabile tecnico della BSV (l’ing. Guido De Cristofaro di Cosenza), ruolo che prima, sempre secondo il Circolo Cittadino del PD, veniva ricoperto gratuitamente dall’imprenditore Pino Sposato e, infine, 17mila euro che serviranno per pagare lo stipendio di una segretaria assunta di recente per collaborare con l’amministratore unico della BSV nella gestione della piscina comunale.

Secondo il Direttivo del Circolo del PD, che nel caso dei 52mila euro ha parlato di una sorta di beneficenza ad una famiglia del posto, si tratterebbe di spese inutili, effettuate con superficialità e senza la necessaria trasparenza e destinate a scaricare gli effetti sui cittadini. «Cittadini che – si legge nel documento – se devono fare beneficenza è bene che lo sappiano… La verità è – si legge ancora – che per assolvere alle loro promesse elettorali stanno mettendo le mani nelle tasche dei villapianesi». Relativamente alla generosità dimostrata dall’imprenditore Pino Sposato, sia nell’ospitare gratuitamente i mezzi del Comune nel proprio opificio che per aver svolto gratuitamente il ruolo di direttore tecnico della BSV per diversi anni, il Circolo del PD ha proposto nei suoi confronti il conferimento della cittadinanza onoraria.

L’ultimo affondo il Direttivo del PD lo ha riservato alla presunta malversazione della forza-lavoro che opera presso la piscina comunale che, proprio per fare economie e riequilibrare così i bilanci della partecipata BSV, sarebbero “marcati a vista” e verrebbero loro negati i diritti salariali più elementari in spregio a tutte le regole sindacali. «Sicuramente – conclude il documento del Circolo del PD che si impegna, una volta venuto in possesso delle carte, a difendere in altre sedi i diritti dei cittadini – i tagli inferti ai lavoratori consentiranno loro di elargire regali a piacimento, in danno però dei cittadini di Villapiana».

Pino La Rocca

Share Button

3 Responses to Villapiana, Pd all’attaco di sindaco e municipalizzata. «Finanza allegra e favoritismi»

  1. Maria Rosaria 2016/12/29 at 11:56

    Mi sorprende leggere ancora, come l’ignoranza faccia nuovamente da padrona, a chi scrive un articolo su un giornale, che come scopo primario dovrebbe avere un diritto di cronaca imparziale conoscendo i fatti nella loro integrità e non un essere un burattino nelle mani di chi semina zizzania, falsità e diffamazioni per creare un malcontento popolare! Intanto le cifre che vengono “sparate” per riempirsi la bocca, sono stabilite da valutazioni di mercato e tenuta abbondantemente sotto dal suo valore reale e siccome è sempre L’ignoranza a muovere penna e cervello, l’importo citato è comprensivo di iva. Ma poi da quando una differenziata si fa solo con il parcheggio mezzi? Ahahaha ridicoli! Come mai non scrive i danni subiti? La benzina rubata ed un mezzo di non so quanti mila euro rubato? O forse era meglio il capannone fittato dal “dottorissimo” con L’eternit sul tetto? L’ubicazione della differenziata deve essere sistemata in una struttura a norma ed evitare che le persone si possano ammalare, (così com’è successo ) , e certamente pensiamo allo stipendio sotto quotato (a vostro dire) dei dipendenti ma non pensiamo alla loro salute! Vergogna !
    Per quanto riguarda la beneficenza se ne parlerà “nell’aula “competente
    Maria Rosaria Masotti

    Rispondi
    • Redazione Paese24.it 2016/12/29 at 17:41

      Abbiamo semplicemente dato spazio ad un partito politico che ha preso posizione su una vicenda che vede il coinvolgimento di soldi pubblici. Ovviamente siamo disponibili, come sempre, a pubblicare altre versioni o repliche sull’argomento (così come vi abbiamo concesso di commentare sulla nostra pagina facebook ufficiale e sul nostro giornale online). Saluti

      Rispondi
  2. GIUSEPPE PAGANO 2016/12/29 at 19:24

    Una parte della sinistra italiana pensa di essere unta dal Signore e per tale dono preposta ad amministrare inesorabilmente la cosa pubblica.Sono talmente convinti di questa loro prerogativa,calata dall’alto, che arrivano a essere affetti da idee deliranti con continui deragliamenti del pensiero.Occorerebbe un rimedio ed è facile immaginarlo.Villapiana,dopo anni di amministrazioni di sinistra ha cambiato rotta.Una minoranza fattiva attua strategie politiche idonee e nel bene del proprio Paese,non perdendosi in argomentazioni futili e improduttive.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *