Redazione Paese24.it

Rossano, dal carcere al canile. Con gli amici a quattro zampe per un riscatto sociale

Rossano, dal carcere al canile. Con gli amici a quattro zampe per un riscatto sociale
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Favorire il reinserimento e la reintegrazione sociale del detenuto attraverso l’occupazione lavorativa, garantendo l’acquisizione di competenze e conoscenze professionali utili nella fase post-detentiva. Con questo obiettivo è stata sottoscritta una convenzione tra il sindaco di Rossano, Stefano Mascaro, e il direttore della casa circondariale della Città del Codex, Giuseppe Carrà, che prevede, l’impiego, a titolo volontario e gratuito, di quattro detenuti al canile municipale. E’ per questo che l’iniziativa ha anche il fine di razionalizzare la spesa e contribuire a migliorare quei settori che richiedono maggiori risorse umane. Il progetto è partito lo scorso 13 febbraio con due detenuti, ritenuti idonei ad essere ammessi al lavoro all’esterno dalla stessa casa di reclusione. L’attività si svolgerà tutti i giorni dalle ore 8 alle ore 11,30. I volontari, seguiti da un responsabile, si occuperanno della nutrizione, della pulizia e della cura, anche sanitaria, degli animali.

Soddisfatti l’assessore al Personale e Politiche sanitarie,Ssicurezza e Legalità Dora Mauro e l’assessore all’Ambiente Giovanni De Simone, convinti che «iniziative come queste possano far accrescere nel detenuto un maggiore senso di responsabilità e rispetto delle regole». «Promuoviamo insieme cultura della legalità e della solidarietà – dichiarano gli amministratori – come antidoto culturale alla delinquenza ed alla criminalità. È soltanto l’avvio di un progetto pilota che intende coniugare la tutela e salvaguardia dell’ambiente al sociale e, in particolare, al reinserimento lavorativo dei detenuti attraverso lavori che tornino utili alla comunità».

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *