Redazione Paese24.it

Don Ciotti a Cassano all’Ionio. Primi passi per un presidio anti-mafia nell’Alto Jonio-Pollino-Sibaritide

Don Ciotti a Cassano all’Ionio. Primi passi per un presidio anti-mafia nell’Alto Jonio-Pollino-Sibaritide
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

“Libera, la storia, lo stile, la memoria e l’impegno” è il titolo dell’incontro che si terrà sabato 25 febbraio, alle 16, presso il seminario diocesano di Cassano all’Ionio. L’appuntamento, voluto dall’associazione Libera, con il suo coordinamento provinciale, e a cui sono invitate le associazioni del territorio, vedrà la partecipazione proprio di don Luigi Ciotti (nella foto), presidente nazionale del sodalizio; assieme al vescovo di Cassano all’Ionio, don Francesco Savino e la referente provinciale di Libera, Marta Perrotta.

5 anni paese

L’idea, che dovrà prendere corpo con questo primo incontro, è quella di improntare nell’Alto Jono-Pollino-Sibaritide una vera coscienza e militanza antimafia partendo dalla creazione in questo territorio molto vasto di un presidio dell’associazione dove cittadini e associazioni possano incontrarsi «per costruire un argine culturale al dilagare delle attività criminali e della mentalità mafiosa che impedisce alla nostra terra di avviarsi su un cammino di progresso morale ed economico», dice Maria Perrotta. Ovviamente una cultura antimafica ha bisogno di una formazione consapevole alle spalle che Libera metterà a disposizione e che porterà alla realizzazione di un presidio territoriale.

Vincenzo La Camera

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *