Redazione Paese24.it

Premio Tragos a De Luca per il suo “Il Vangelo secondo Antonio”

Premio Tragos a De Luca per il suo “Il Vangelo secondo Antonio”
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Vince il Primo Premio per il Teatro e la Drammaturgia “Tragos – in ricordo di Ernesto Calindri” con la messa in scena “Il Vangelo secondo Antonio” come miglior regia lo spettacolo di Dario De Luca prodotto da Scena Verticale, compagnia teatrale di Castrovillari. De Luca ha ritirato il riconoscimento mercoledì (22 febbraio) al Piccolo Teatro di Milano. Lo spettacolo, scritto e diretto da Dario De Luca, in scena con Matilde Piana e Davide Fasano è stato premiato “per il tema trattato, inerente all’impotenza e alla sofferenza di chi vive accanto ai malati di Alzheimer, trattato con delicatezza e intensità, con commozione e malinconia, che lasciano nello stesso tempo un ben dosato spazio anche a situazioni comiche e ironiche che ci sorprendono con un sorriso. Per la toccante interpretazione degli attori in una scena che ricrea la casa/chiesa di Don Antonio dove il naturalismo (scena – costumi – interpretazione) viene interrotto da brevi momenti simbolici (la perdita della propria personalità) in cui si svela “uno spazio oltre”, descritto dal minimalismo di luci led”.

ll Premio Tragos nasce nel 2000 da un’idea di Maria Gabriella Giovannelli, con il sostegno del Comune di Milano e di un pool di operatori del settore teatro/spettacolo, per rendere omaggio alla memoria di Ernesto Calindri, attore di teatro, cinema e televisione, e contemporaneamente per promuovere la drammaturgia contemporanea tra i giovani e i giovanissimi. Con questa XIII edizione il Premio ha aperto due nuove sezioni: una dedicata alla regia ed ai settori ad essa collegati, scenografia e costumistica, rivolgendosi quindi anche alle compagnie di teatro, ed una riguardante la saggistica e le tesi di laurea.

“Il Vangelo Secondo Antonio” andrà in scena al teatro Sybaris di Castrovillari il prossimo 11 e 12 marzo.

Redazione

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *