Redazione Paese24.it

Castrovillari, “Fucarina” di San Giuseppe incendiata con un giorno di anticipo

Castrovillari, “Fucarina” di San Giuseppe incendiata con un giorno di anticipo
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

A un giorno dalla venticinquesima edizione del concorso “Fucarine i San Giseppu” a Castrovillari, ieri sera (venerdì 17 marzo), intorno alle 23, ignoti hanno dato fuoco alle fascine da utilizzare per accendere il tradizionale falò. Lo spiacevole episodio nel centro storico della città, a Largo Castello, dove l’organizzatore dell’intera manifestazione (in collaborazione con l’Amministrazione comunale), Antonio Notaro, e la sua associazione culturale “Gruppo folk – Città di Castrovillari”, animeranno la serata. «Un gesto grave e pericoloso – dichiara lo stesso Notaro a noi di Paese24.it – soprattutto perché è stata utilizzata una tanica di benzina. Inoltre, è stato danneggiato anche un tubo dell’acqua. Fortunatamente – spiega l’assessore senza portafoglio del Comune – le fascine erano sistemate in una parte laterale e non proprio di fronte al Castello. Le conseguenze sarebbe potute essere più gravi». Gli organizzatori – a quanto ci racconta Notaro – dopo aver sistemato le ultime cose, hanno lasciato Largo Castello per recarsi a fare le prove. Tornati, intorno alle 23.30, per un’ultima ricognizione, la spiacevole  sorpresa.

Ad accorgersi delle fiamme i gestori di una vicina attività che sono intervenuti tempestivamente, a cui poi si sono uniti gli stessi organizzatori, riuscendo a spegnere il fuoco. Ma questa sera (sabato 18 marzo) la “fucarina” che – è bene precisare – non è comunque tra le sette in concorso, si farà. Già da stamattina, infatti, sono ripresi i lavori per garantire lo spettacolo.

Federica Grisolia

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *