Redazione Paese24.it

Trebisacce, in arrivo opuscoli Protezione Civile. Alcuni comuni Alto Jonio in ritardo nella prevenzione

Trebisacce, in arrivo opuscoli Protezione Civile. Alcuni comuni Alto Jonio in ritardo nella prevenzione
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Partirà a breve l’informazione alla popolazione di Trebisacce sui rischi presenti sul territorio. Si sta lavorando infatti alla predisposizione degli opuscoli da distribuire alla popolazione dove verranno indicate le aree da raggiungere e i comportamenti da tenere in caso di calamità. Collaborano tra loro a questa importantissima attività l’Associazione Volontari Protezione Civile di Trebisacce guidata dal presidente Nilo Rossi, il sindaco Franco Mundo, l’assessore con delega alla Protezione Civile Dino Vitola e il personale dell’Ufficio Tecnico Comunale. Con questa iniziativa viene attuata un’importantissima opera di prevenzione mai svolta fino ad ora. Tutti i cittadini sapere le aree dove recarsi e i comportamenti da tenere al verificarsi di qualsiasi emergenza. L’opuscolo, che verrà presentato in una conferenza stampa dove saranno presenti tutte le strutture facenti parte della protezione civile (vigili del fuoco, forze dell’ordine , associazioni di volontariato, regione, provincia, prefettura, comuni, ecc.), sarà predisposto nel modo più semplice possibile in modo da essere comprensibile da parte di tutta la popolazione. Intanto sii sollecitano i Comuni dell’Alto Jonio che ancora non hanno predisposto le aree di attesa e di accoglienza a farlo il prima possibile; inoltre gli stessi devono informare la popolazione sulle aree dove recarsi in caso di emergenza e i comportamenti da tenere. L’Associazione Volontari Protezione Civile di Trebisacce ha comunicato a tutti i comuni del C.O.M. (quelli dell’Alto Jonio) la propria disponibilità a svolgere l’attività di informazione alla popolazione anche distribuendo degli opuscoli informativi sui rischi del territorio predisposti dagli stessi Comuni.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *