Redazione Paese24.it

Sulla Ss 106 pedalando per le vittime della strada. Termina a Roseto l’impresa di Andrea

Sulla Ss 106 pedalando per le vittime della strada. Termina a Roseto l’impresa di Andrea
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

A una settimana dalla partenza da Reggio Calabria, Andrea Fucile, il giovane che ha deciso di percorrere in bicicletta tutta la Ss 106 in memoria delle vittime della strada statale e delle loro famiglie, è arrivato al Castello federiciano di Roseto, ieri (martedì) intorno alle 13, portando a compimento il suo giro durato sette giorni, di cui due di riposo. Ad accoglierlo, il sindaco, Rosanna Mazzia, l’assessore ai Servizi Sociali e Ambiente Lucia Musumeci e le associazioni del territorio. Per lui una targa a nome dell’Amministrazione comunale: “per la sensibilità dimostrata con questa impresa nei confronti delle tante vittime della Ss 106 e delle loro famiglie”.

Nelle quattro tappe lungo il suo percorso, Andrea ha deciso di essere ospitato dalle associazioni “Amici di Raffaele Caserta” di Melito di Porto Salvo (RC), “Amici di Danilo” di Badolato (CZ), dall’associazione “Giovani Responsabili” di Crotone e dall’associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”: tutte vicine o dedicate alle vittime della Ss 106 ma anche sensibili alla sicurezza stradale.

«Il messaggio che dà questo giovane – ha dichiarato il sindaco di Roseto, Rosanna Mazzia – arrivando fin qua è quello di un’attenzione e di una sensibilità che va assolutamente encomiata e ci riporta in maniera forte a ciò che è una grande esigenza del nostro territorio: prima di tutto di mettere in sicurezza questa strada ammodernandola». Ad elogiare l’impresa di Andrea anche l’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” che ne ha evidenziato «il valore non solo atletico ma soprattutto civile ed umano».

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *