Redazione Paese24.it

Roseto, sale su albero e impatta contro cavi elettrici. Ustioni e ferite per un 43enne. Tragedia sfiorata

Roseto, sale su albero e impatta contro cavi elettrici. Ustioni e ferite per un 43enne. Tragedia sfiorata
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Veduta di Roseto

Una tragedia sfiorata a Roseto Capo Spulico: un uomo di 43 anni, G.P., è entrato accidentalmente in contatto con dei cavi dell’alta tensione rischiando la vita. L”uomo, salito su un albero con in mano un bastone di ferro, impatta con i cavi elettrici. La scossa gli procura ustioni di secondo grado sul lato destro del corpo e nella conseguente caduta subisce una profonda ferita alla testa. La gravità della situazione ha spinto i presenti ad allertare immediatamente il 118, il quale ha prestato i primi soccorsi all’infortunato prima di condurlo al Pronto Soccorso dell’Ospedale “Giovanni Paolo II” di Policoro. Giunto al presidio ospedaliero della cittadina lucana, il personale sanitario ha stabilizzato il quadro clinico del paziente e ha optato per il ricovero in osservazione al pronto soccorso al fine di monitorare lo stato di salute nelle ore successive all’incidente. Ancora da chiarire le motivazioni che hanno spinto l’uomo a salire sull’albero con quel bastone, sapendo che in prossimità erano presenti i cavi di alta tensione. Un forte spavento, oltre alle ferite, per quest’uomo che ha rischiato la vita in un incidente sicuramente evitabile.

Giovanni Pirillo

Share Button

3 Responses to Roseto, sale su albero e impatta contro cavi elettrici. Ustioni e ferite per un 43enne. Tragedia sfiorata

  1. Donatella 2012/07/03 at 07:22

    Per fortuna è andato tutto bene… rimane, comunque, il problema del presidio ospedaliero mancante, in una zona “difficile” da raggiungere a causa di infrastrutture viare assenti.

    Rispondi
  2. Salvatore 2012/07/03 at 19:45

    Senza ospedali non va mai bene. E’ solo questione di tempo. Nel mentre ci cucchiamo centinaia di amministratori che non si capisce bene che cosa facciano…ah! preparano i festeggiamenti estivi!

    Rispondi
  3. giuseppe pagano 2012/07/05 at 16:35

    La chiusura degli Ospedali di Cariati e Trebisacce è da attribuire a quella parte della politica che si è inventato il famoso Ospedale Unico o Ospedale Nuovo.Morale della favola?L’Ospedale Unico non c’è e gli Ospedali di Trebisacce e Cariati non ci sono più.Cercasi posti letto disperatamente.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *