Redazione Paese24.it

Amendolara, si dimette il presidente del Consiglio Comunale

Amendolara, si dimette il presidente del Consiglio Comunale
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Il presidente del Consiglio Comunale Luigi Sisci lascerà stasera (martedì) il suo scranno istituzionale nel corso dell’ultima assise da lui convocata. Sisci, di professione fisioterapista, a meno di un anno dall’elezione in Consiglio come terzo componente della lista più votato (126 preferenze), decide di lasciare, ufficialmente per motivi professionali, già impegnativi al momento dell’elezione ma che sarebbero – da come dichiara lui stesso – in costante evoluzione. Sisci (primo dei non eletti) era subentrato in Consiglio Comunale con la delega all’Ambiente negli ultimi due anni della prima amministrazione Ciminelli, per essere poi riconfermato a giugno scorso a suon di voti anche per il Ciminelli bis.

Sisci si dimetterà sia da presidente del Consiglio Comunale che da Consigliere lasciando dunque libero un posto nell’assise. Al momento, potrebbero essere due le soluzioni al vaglio del sindaco Antonello Ciminelli: o la nomina dell’assessore esterno Paoletta Murgieri (prima non eletta) come consigliere effettivo oppure l’ingresso in Consiglio di un nuovo amministratore, scorrendo la graduatoria degli esclusi che vede, nell’ordine, Domenico Falsetti e Mariateresa Stamato.

Sisci ha rappresentato il primo esempio di consigliere comunale di Amendolara appartenente al Movimento Cinque Stelle. Appartenenza che comunque ha esercitato con molta discrezione anche perchè impossibilitato a formare un gruppo consiliare, in quanto unico “grillino” dichiarato in Consiglio. Sta di fatto che l’Amministrazione Ciminelli perde per strada un elemento importante nell’affermazione alle ultime consultazioni amministrative.

In occasione del Consiglio Comunale di stasera alle 18,30, dove si discuterà anche il Bilancio preventivo, avverrà anche un avvicendamento tra i consiglieri di minoranza, dove Stefano Osnato, trasferitosi a Milano per motivi di lavoro, lascerà il posto al primo dei non eletti, Antonio Maturo, un altro giovane.

Vincenzo La Camera

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Share Button

2 Responses to Amendolara, si dimette il presidente del Consiglio Comunale

  1. GIUSEPPE PAGANO 2017/05/03 at 08:02

    Mi dispiace molto che il caro Luigi Sisci si dimetta da consigliere comunale.Capisco e comprendo le sue motivazioni.Qualche anno addietro,anche il sottoscritto ,per gli stessi motivi è stato costretto ad abbandonare il Consiglio Comunale.Un grazie sentito a Luigi per tutto ciò che ha fatto per il nostro Paese.

    Rispondi
  2. Luigi Sisci 2017/05/03 at 12:55

    Grazie dott. Pagano, per correttezza vorrei pubblicare il mio discorso di dimissioni:
    Cari concittadini, colleghi consiglieri, sig. Sindaco, parlo a voi, qui, oggi per rendervi partecipi di un momento personale che non avrei mai pensato potesse arrivare nel mio percorso politico/amministrativo ma ci sono circostanze in cui, un uomo, deve prendere decisioni che lasciano sofferenza ed afflizione in se stesso e negli altri. Situazioni in cui un uomo deve fare delle scelte sulle priorità, su quello che è più necessario per continuare a guardarsi allo specchio e pensare che quello che si fà lo si fà bene e senza qualunquismo od approssimazione perché non c’è nulla di più subdolo dell’esserci ma non voler o poter fare le cose e quindi ci sono percorsi della vita che ci portano ad un bivio sulle scelte da intraprendere perché non bisogna fare sempre tutto e ad ogni costo rischiando così di perdere le cose più importanti: la salute, il lavoro, le persone care. Io a quel bivio ci sono arrivato. Ho deciso di intraprendere un percorso professionale che mi vedrà, dal prossimo mese diviso su altre sedi sul territorio, il mio Studio di Amendolara e la mia famiglia, azzerando così il tempo da dedicare a questa Amministrazione. E’ per questi motivi che ho preso la irrevocabile decisione di dimettermi da questo Consiglio e dalla carica della sua Presidenza. E’ per questi motivi che ho deciso di non essere più un Amministratore di questo Comune e per questo chiedo scusa a tutti quei cittadini (126 per esattezza) che mi hanno scelto per rappresentarli in questa maggioranza ma dopo 6 anni lascerò il mio posto a chi riesce a gestire meglio di quanto riuscirei a fare io questa carica di Consigliere ed a chi deciderà il Sindaco e la maggioranza per quella di Presidente del Consiglio Comunale. Ringrazio i dipendenti comunali per la collaborazione e cortesia nei miei confronti, ringrazio i miei compagni di viaggio i Consiglieri di maggioranza e minoranza di questa e della passata Amministrazione, ringrazio il Segretario Comunale di Leo per la sua professionalità e pazienza nei miei confronti e ringrazio di cuore il mio amico Sindaco Antonello Ciminelli per aver da sempre creduto in me ed avermi offerto tante opportunità di crescita intellettuale. Io mi congedo scusandomi ma con la promessa di continuare a sostenere con forza ed estrema vicinanza questa Amministrazione perché guardandomi indietro non potrò mai distrarmi da ciò che è stato fatto in soli sei anni e da quello che ancora si farà e che quando verrà realizzato mi farà rivedere in ciò anche un po’ del mio lavoro passato. Io vi lascio augurandovi BUON LAVORO ed ai Consiglieri un po’ più giovani di me vorrei dire: dedicatevi con forza ed entusiasmo alla cosa pubblica, dedicatevi con caparbietà e sacrificio a questo paese se potete perché questo è un paese che lo merita in maniera incondizionata. Un augurio di buon lavoro, passione e lungimiranza a tutti voi

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *