Redazione Paese24.it

Dislessia a scuola. All’Itcg di Castrovillari apre uno sportello d’ascolto

Dislessia a scuola. All’Itcg di Castrovillari apre uno sportello d’ascolto
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Parte anche a Castrovillari lo sportello dell’Associazione Italiana Dislessia (AID). L’inaugurazione, nei giorni scorsi, all’Itcg “Pitagora-Calvosa” dove sarà possibile confrontarsi sulle tematiche legate ai Disturbi Specifici dell’Apprendimento ed essere supportati. Lo sportello, ubicato appunto presso l’Istituto in Corso Calabria, il sesto della provincia di Cosenza e l’unico del Distretto, sarà aperto ogni giovedì dell’anno scolastico; prenotando un appuntamento (393-3751310/cosenza@aiditalia.org) genitori, tutor, insegnanti e ragazzi potranno trovare ascolto.

A sottolineare l’importanza di questa nuova realtà rispondente ai bisogni del territorio, il dirigente scolastico, prof. Bruno Barreca, e l’assessore all’Istruzione e Pianificazione Sociale, prof. Giuseppe Russo. Alla presentazione dello sportello hanno partecipato, inoltre, figure professionali che si occupano di inclusività: la dott.ssa Mariangela Diana, dirigente psicologo della UO di neuropsichiatria infantile di Castrovillari; le dott.sse Angela Donato e Simona Varcasia, assistenti sociali del Comune di Castrovillari. Come riconoscere i segnali di un disturbo d’apprendimento e quanto la conoscenza specifica della situazione costituisca il prerequisito perché un bambino dislessico possa affrontare un cammino scolastico tranquillo e costruttivo: questi, in sintesi, i messaggi emersi durante l’incontro.

La prof.ssa Rosanna Pane, referente allo sportello nonché moderatrice della giornata, ha poi introdotto gli interventi della dott.ssa Silvia Lanzafame, presidente provinciale AID Cosenza, e di Giorgia Martire, referente allo sportello di Castrovillari; attraverso le loro parole si è compresa l’azione dell’Associazione Dislessia nel corso degli anni, sia relativamente alla sensibilizzazione sulla problematica, sia nel promuovere la ricerca.

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *