Redazione Paese24.it

“La Festa dei Giovani”. A Rossano un messaggio di speranza

“La Festa dei Giovani”. A Rossano un messaggio di speranza
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Tanta partecipazione all’edizione 2017 de “La Festa dei Giovani” voluta dal padre Arcivescovo, S.E. Mons. Giuseppe Satriano, e dalla Diocesi di Rossano-Cariati. “Alzati và…e non temere”. Questo, dunque, il tema di quest’anno. All’appuntamento in città, organizzato dall’Arcidiocesi di Rossano-Cariati e dal Servizio per la Pastorale Giovanile Diocesana, Ufficio Pastorale Vocazionale e Missionaria, hanno preso parte tutte le parrocchie diocesane ed i giovani del territorio. Il tema scelto si pone in sintonia e continuità con la 54° Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni. La Festa dei Giovani, dunque, è servita a lanciare un segno di speranza per la nostra Chiesa locale, una Chiesa che vuole camminare insieme nella scoperta quotidiana di Dio. La giornata è stata suddivisa in due momenti. Al mattino si sono tenuti i laboratori di catechesi per riflettere sul tema della giornata, mentre al pomeriggio i ragazzi di sono radunati per ascoltare le testimonianze di vita di una coppia di coniugi, un frate e di alcuni ragazzi dell’Associazione “Libera” di don Luigi Ciotti.

Alle ore 19, nella Cattedrale intitolata a Maria SS.ma Achiropita, è stata celebrata la Santa Messa, presieduta da S. E. l’Arcivescovo Mons. Giuseppe Satriano, al termine dei laboratori di catechesi. Momento conclusivo della “Festa dei Giovani” in serata, precisamente nella centralissima Piazza Steri nel cuore del centro storico bizantino, dove si è dato vita allo spettacolo condotto da Antonella Mattei con l’esibizione della cantante Linda Valori, del comico Andrea Ballabio e del gruppo musicale dei Sound&Beat di Mirto-Crosia. Nel corso della serata, inoltre, sono state ascoltate le testimonianze di Suor Marialisa delle suore francescane Alcantarine e di Rosanna Sinfonico dell’Unitalsi di Corigliano. I giovani, subito dopo i saluti di rito ed i ringraziamenti da parte del padre Arcivescovo, si sono cimentati in canti e balli dove non sono mancati, tra l’altro, momenti di aggregazione e divertimento.

Antonio Le Fosse

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *