Redazione Paese24.it

Arriva il turismo esperienziale nell’Alta Calabria Jonica. Vi raccontiamo il primo giorno del tour

Arriva il turismo esperienziale nell’Alta Calabria Jonica. Vi raccontiamo il primo giorno del tour
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

E’ partito stamattina (sabato) da Roseto Capo Spulico il Genuine Trip Experience “Nei luoghi di Federico”, una “due giorni” tra mare e montagna organizzata da Calabria Rural Travel e che ha portato nell’Alta Calabria Jonica ospiti provenienti da diverse parti d’Italia, ma anche dalla Svizzera e dalla Spagna. Un originalissimo tour esperienziale tra mare e montagna che apre ufficialmente la programmazione di Calabria Rural Travel pronta a scommettere sulle eccellenze e i professionisti del territorio da mettere in rete per un’offerta turistica di qualità.

Gli ospiti dopo aver riposato in alcune strutture ricettive del territorio sono stati accolti stamattina dallo staff del Circolo Velico di Roseto Capo Spulico e dal suo presidente, Nicola De Rasis. Ovviamente a dare il benvenuto ai partecipanti presso il tavolo della registrazione per l’uscita in barca, lo staff di Calabria Rural Travel. Gli ospiti muniti di badge rappresentantivo hanno partecipato ad un momento didattico in riva al mare dove gli skipper del Centro Velico hanno illustrato i vari elementi di una barca vela e le differenti tecniche di regata. Poi via all’aspetto pratico, con un’incursione in barca nel mar Jonio nel suggestivo specchio d’acqua, antistante il leggendario castello federiciano. I partecipanti si sono dedicati a scatti fotografici e selfie mozzafiato prima di regalarsi il primo bagno della stagione tuffandosi direttamente dalla barca. Al loro rientro, sempre nel circolo velico, sono stati omaggiati di una medaglia ricordo della giornata e di un astuccio con degli sfiziosi biscotti secchi al latte realizzati dalla Pasticceria Martucci di Sibari e Trebisacce, accompagnati da un cofanetto di marmellate biologiche offerto da Solefrutta Bioagrumi di Trebisacce.

Sul lungomare degli Achei è stata allestita una degustazione con il food d’eccellenza sul territorio. L’Agriturismo Cervinace di Oriolo ha presentato le sue pietanze: dal prosciutto, alla pancetta, alla salsiccia curata. Per passare poi ai peperoni cruschi con olive e baccalà, alle uova strappazate con la salsiccia, le tradizionali frittelle di fiori di zucca, vere primizie di stagione, ma anche un ottimo formaggio con un raffinato tocco di marmellata. Vera cucina tipica dell’Alto Jonio accompagnata dalle prestigiose bollicine delle Cantine Senatore di Cirò Marina. Dopo l’angolo del salato, non poteva mancare quello dei dolci dove la Pasticceria Martucci ha proposto una svariata gamma di assaggi con in testa il babà. All’azienda Calabro di Cariati, invece, il compito di abbinare al dolcino un liquore a base di prodotti del territorio: come la limetta, le erbe aromatiche, la liquirizia o il particolarissimo liquore al fungo porcino che ha stimolato la curiosità degli ospiti.

La mattinata a Roseto si è conclusa con un breve e conciso worhshop tra addetti ai lavori nei pressi del punto informazioni turistiche sul lungomare, dove sono intervenuti, moderati dal giornalista Vincenzo La Camera: Tonino Napoli, per Calabria Rural Travel; Nicola De Rasis, presidente del Circolo Velico di Roseto Capo Spulico (unico nell’Alto Jonio); Francesco Imbroisi, direttore Consorzio Terredamare; Vincenzo Farina, presidente Confesercenti Calabria e il sindaco di Roseto, Rosanna Mazzia. Plauso unanime per l’iniziativa che si concluderà domani (domenica) tra Plataci e Villapiana. «Appuntamenti fondamentali, da una parte per esporre in vetrina le nostre eccellenze – ha commentato il presidente Farina – e dall’altra per mettere alla prova il territorio con esperimenti di turismo virtuoso».

Il sindaco Mazzia, che quest’anno vede sventolare sul suo comune anche la Bandiera Blu, ha parlato di “progetto dentro e progetto fuori”: dentro perchè iniziative simili non possono far altro che scuotere le coscienze e, perchè no, produrre anche sane emulazioni; progetto fuori perchè gli ospiti che prendono parte a simili eventi, organizzati con professionalità, sono la miglior pubblicità per questo territorio. L’ingegner Tonino Napoli ha ribadito la mission di Calabria Rural Travel. «Non siamo un’agenzia di viaggio che vende pacchetti turistici, ma emozioni da vivere e raccontare. Per questo, proporremo sul territorio contest e progetti pilota unici, frutto di ricerca e collaborazione con partner di qualità selezionati». Gli ospiti del Genuine Trip Experience, dopo un breve momento di relax nelle strutture ricettive, si sono poi trasferiti con lo shuttle di Calabria Rural Travel presso il museo della Liquirizia Amarelli di Rossano dove hanno potuto apprezzare la storia della liquirizia di Calabria e del brand Amarelli conosciuto ormai a livello internazionale. Prima della cena al ristorante “La Fonte” di Villapiana, dove hanno potuto scambiarsi le prime impressioni sull’intensa giornata.

Vincenzo La Camera, ufficio stampa

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *