Redazione Paese24.it

Dal mare alla montagna con Calabria Rural Travel. Bike Tour e percorsi del gusto per un Alto Jonio da vivere

Dal mare alla montagna con Calabria Rural Travel. Bike Tour e percorsi del gusto per un Alto Jonio da vivere
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Si è conclusa stasera un’intensa “due giorni” nell’Alta Calabria Jonica organizzata da Calabria Rural Travel. Ieri il mare bandiera blu di Roseto Capo Spulico, oggi il verde della montagna, con il monte Sparviere, alle falde del Pollino. Dopo aver riposato in un nuovissimo e accogliente B&B di Villapiana e gustato un’ottima colazione servita dal proprietario Angelo, gli ospiti a bordo nella navetta shuttle hanno attraversato il centro storico di Villapiana, direzione Plataci, caratteristico borgo arbereshe. Qui una breve sosta con uno sguardo ai murales, un sorso d’acqua fresca alla fontana del paese con il rintocco della campane che annunciava la Santa Messa di Pentecoste in rito bizantino di cui gli ospiti ne hanno catturato qualche frammento.

La comitiva, lasciatosi alle spalle il paese di Plataci, ha raggiunto il punto stabilito in montagna per l’inizio del bike tour. Le mountain bike, appositamente sistemate nel vano posteriore della navetta, sono state messe su strada e controllate nelle loro funzionalità. Nel frattempo gli ospiti sono stati forniti di caschetto e di GoPro, una particolare mini videocamera da posizionare sul manubrio della bici e in grado di riprendere l’itinerario seguito dal mezzo.

La giornata praticamente estiva ha permesso di godere di un panorama mozzafiato, reso ancor di più affascinante dalla discesa in mountain bike. Impossibile non fermarsi per una foto ricordo in un punto strategico dove la Piana di Sibari e il suo Golfo si presentavano come un vera cartolina. Ma l’obiettivo dei bikers era raggiungere il vigneto nell’azienda agricola Stamati: una passeggiata in bici di circa 7 km, alla portata anche di chi non ha molta confidenza con le due ruote.

Il vigneto di Prospero Stamati è appena sotto il borgo di Plataci. Da qui si vede sulla collina anche il paese di Albidona e sotto il torrente Saraceno. E’ un vigneto giovane, entrato in produzione da poco tempo ma che già sfodera un ottimo vino biologico. Sangiovese, gaglioppo, trebbiano, zibibbo le varietà di uva. Il vigneto non ha nessun impianto di irrigazione, ma il suo unico sostentamento d’acqua arriva da Giove Pluvio. Dopo la visita al vigneto, spazio ad una ricca colazione a base di prodotti tipici come salumi, formaggio del Pollino, melanzane grigliate, naturalmente con un buon bicchiere di vino rosso.

Il ritorno sulla strada provinciale in bici è un po’ impegnativo ma concilia il pranzo che di lì a breve sarà consumato presso l’Agriturismo Pinelli. La giornata si conclude in dolcezza nel centro storico di Villapiana. Qui la Trattoria Casalnuovo del giovane chef Lorenzo Filardi e la Caffetteria Rovitti che ha servito il primo caffè nel 1940, stanno creando una sinergia vincente. Mariafrancesca Rovitti (con in tasca una laurea in Lingue), oggi gestisce l’attività di famiglia, così come, prima di lei, hanno fatto il nonno e il papà. Accoglie gli ospiti con un vassoio di sorbetti al gelso e alla mandorla, accompagnati da particolarissimi biscotti al limone e al rosmarino sfornati per l’occasione dallo chef Filardi.

Alla Caffetteria Rovitti il sorbetto è un’eccellenza, realizzato con frutta di stagione che arriva in caffetteria direttamente dai produttori del territorio circostante. Natura, buon cibo, esperienze: tre ingredienti magici serviti da giovani professionisti del territorio. La ricetta giusta per aprire, finalmente, le porte dell’Alta Calabria Jonica, dell’Alto Jonio cosentino ad un turismo di qualità che genera, nel breve periodo, un processo economico virtuoso per quelle aziende che credono e investono in simili iniziative.

Vincenzo La Camera, ufficio stampa

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *