Redazione Paese24.it

Degrado e rischio crolli. Nasce un “Osservatorio permanente su Cosenza Vecchia”

Degrado e rischio crolli. Nasce un “Osservatorio permanente su Cosenza Vecchia”
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Crolli, incolumità delle persone, mancanza di servizi, randagismo, carenza di qualità urbana e vivibilità. E’ quanto denunciano le associazioni “Prima che tutto crolli”, “Civica Amica” e il “Comitato Piazza Piccola” che, per tale motivo, hanno deciso di costituire un “Osservatorio permanente su Cosenza Vecchia”, aperto alle altre associazioni, ai tecnici e ai singoli cittadini, esprimendo «grave preoccupazione per il progressivo, inaccettabile degrado, strutturale e sociale» che i residenti nel centro storico sono costretti a subire.

Recentemente il sindaco, Mario Occhiuto, ha dichiarato la volontà di «riportare la vita nel centro storico». «Aspettiamo – commentano i promotori dell’Osservatorio – che l’operato dell’Amministrazione comunale si muova realmente in questa direzione». L’invito è quello di «tener conto della mappatura degli edifici a rischio crollo prodotta di recente dal “Comitato Piazza Piccola”; risolvere in tempi brevi i gravi problemi della Biblioteca Civica, e dei suoi lavoratori; aderire, nell’interesse della città, alla proposta di legge regionale di iniziativa popolare per la rivitalizzazione dei centri storici calabresi, elaborata da “Prima che tutto crolli”, che ha finora ottenuto l’adesione di circa cinquanta comuni calabresi».

Federica Grisolia

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *