Redazione Paese24.it

Rocca Imperiale, imprenditore salvato dalle fiamme dagli uomini della Guardia di Finanza

Rocca Imperiale, imprenditore salvato dalle fiamme dagli uomini della Guardia di Finanza
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Un imprenditore di Rocca Imperiale ha rischiato di rimanere avvolto dalle fiamme che avevano coinvolto la sua attività nel tentativo di arginarne l’avanzata e cercare di salvare dal fuoco i sacrifici di una vita. E’ quanto accaduto nei giorni scorsi nel Paese dei Limoni, dove un grosso incendio ha completamente devastato un deposito di una società operante nel settore edilizio. Il locale, nel quale era custodito anche materiale altamente esplosivo come cisterne di gasolio e bombole di gas, poteva trasformarsi in una bomba ad orologeria.

Gli uomini della Guardia di Finanza della Tenenza di Montegiordano, allarmati dalla altissima colonna di fumo che proveniva dal deposito, si sono precipitati sul luogo dell’incendio, e senza esitazioni hanno letteralmente strappato dalle fiamme l’imprenditore, che in preda alla disperazione provava invano a domare il fuoco. Sul posto sono giunti anche i Vigili del Fuoco dalla vicina Policoro (MT), i quali sono riusciti a domare l’incendio dopo diverse ore d’intervento.

Un gesto di estremo coraggio e di senso del dovere che ha visto protagonisti gli agenti della Guardia di Finanza, che incuranti del pericolo, non hanno esitato a prestare soccorso all’uomo in difficoltà. La fitta coltre di fumo e le fiamme altissime, in un luogo nelle cui vicinanze era presente materiale a forte rischio esplosione, rappresentavano un serio pericolo per l’incolumità del proprietario del deposito e per gli agenti stessi. Fortunatamente, grazie al loro intervento, l’uomo non ha riportato conseguenze gravi.

Giovanni Pirillo

Share Button

One Response to Rocca Imperiale, imprenditore salvato dalle fiamme dagli uomini della Guardia di Finanza

  1. Antonio 2017/06/26 at 22:12

    Complimenti alle fiamme gialle di Montegiordano

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *