Redazione Paese24.it

Morano. Progetto Eurosen tira le somme, un turismo per anziani è possibile

Morano. Progetto Eurosen tira le somme, un turismo per anziani è possibile
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Si chiude la prima fase del progetto Eurosen (Europe for Senior) realizzato da 8 partner provenienti da 5 stati europei (Italia, Austria, Slovenia, Romania e Belgio), con il cofinanziamento dell’Unione Europea, impegnatisi a sviluppare una nuova formula di turismo per senior (ma non solo) in località “minori” grazie all’accoglienza gestita dagli anziani della comunità.

Nel Pollino, venerdì 30 giugno e sabato 1 luglio, si sono svolte le iniziative conclusive alla presenza dei diversi protagonisti coinvolti a livello territoriale: rappresentanti delle Amministrazioni locali, responsabili del progetto, referenti incaricati della Regione Calabria, referenti delle associazioni locali, anziani dei Centri, che hanno accolto e coinvolto gli ospiti con rappresentazioni teatrali di vita locale, lezioni partecipate di cucina e di canto, cene dove le portate sono inquadrate nel contesto locale.

La formula promossa da EuroSen è stata considerata un valido modo di coniugare lo sviluppo turistico con il prolungamento di vita attiva e gratificante per persone anziane, dotate di spirito intraprendente per far riscoprire la propria cultura ed essere componenti apprezzate della comunità. Riguardo il futuro del CLC Pollino Welcome, da parte di tutti è emersa una forte volontà e determinazione a dare seguito al progetto, portandolo avanti in maniera congiunta.

Nell’incontro di venerdì 30, presso il centro anziani di Morano Calabro, Nicolò de Bartolo, sindaco di Morano Calabro, ha dichiarato: «Ci auguriamo tutti che il progetto possa vivere la seconda fase. Ringrazio i promotori del progetto per l’opportunità che ci offrono, di far conoscere le nostre bellezze, che non è solo il patrimonio artistico materiale, ma che riguarda soprattutto il recupero e la valorizzazione delle tradizioni».

La presenza delle Amministrazioni importante per sostenere e dare continuità al progetto è stata anche evidenziata da Maria Grazia Mascaro, consulente della Regione Calabria, partner del progetto EuroSen. Mascaro ha sottolineato come «gli anziani siano risorse importanti per dare voce al potenziale turistico, e far rivivere e trasmettere le tradizioni, che è il senso profondo del progetto stesso».

Positività, impegno, unione e valorizzazione sono le parole chiave emerse dall’incontro di sabato a Civita. «Vogliamo collaborare – ha dichiarato il sindaco, Alessandro Tocci – per fare riscoprire a tutti le nostre bellezze ambientali, storiche, religiosi ma soprattutto etniche. Il turismo non deve essere di nicchia, ma per tutti: accessibile e sostenibile per ognuno».

Domenico Bearzatto, coordinatore del progetto EuroSen, e referente della Fondazione PLEF – partner capofila del progetto, ha sottolineato, invece, come siano state «poste le basi per creare un’attività di rilancio del territorio, basata sulla partecipazione e coinvolgimento di tutte le rappresentanze (pubbliche e private)».

Redazione

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *