Redazione Paese24.it

Cerchiara. Spettacolare esercitazione di soccorso nell’Abisso del Bifurto

Cerchiara. Spettacolare esercitazione di soccorso nell’Abisso del Bifurto
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Tre giorni di esercitazione presso l’Abisso del Bifurto di Cerchiara. L’operazione, a carattere nazionale, ha visto impegnate numerose squadre del Soccorso Alpino e Speleologico provenienti Calabria, Lazio, Campania, Puglia, Abruzzo, Umbria e Marche. Circa cento operatori, tra cui tecnici e medici, hanno partecipato ad una simulazione di soccorso (nelle foto) che ha visto l’utilizzo di moderne tecniche, alcune sperimentate per la prima volta come il nuovo sistema digitale audio/video per le comunicazioni tra l’interno e l’esterno della grotta. L’operazione è cominciata giovedì 13 luglio per concludersi domenica 16, alle 12.40, con l’uscita della barella dall’ingresso della grotta. A pochi metri dalla grotta è stato allestito un vero campo base per coordinare le operazioni.

Grazie a questo nuovo sistema di comunicazione audio/video dal campo base è stato possibile seguire le operazioni di salvataggio direttamente sul monitor. All’uscita dall’abisso, dove si trovava ad una grande profondità, la barella è stata messa in sicurezza dalla Squadra Alpina CNSAS della Delegazione della Calabria che l’ha trasportata fino alla Tenda Medica dove è stata presa in consegna dai medici del 118, caricata in ambulanza e trasportata fino all’Ospedale di Rossano. Ad assistere all’ultima fase dell’esercitazione erano presenti il sindaco di Cerchiara, Antonio Carlomagno; Carlo Tanzi, responsabile della Protezione Civile Regionale e Riccardo Borselli, responsabile della Centrale Operativa del 118.

Vincenzo La Camera

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *