Redazione Paese24.it

Trebisacce, beffa su beffa. Per una visita attende 8 mesi. Per il successivo controllo altri dieci

Trebisacce, beffa su beffa. Per una visita attende 8 mesi. Per il successivo controllo altri dieci
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Quasi un anno di attesa per una visita ambulatoriale di Endocrinologia, a dimostrazione che la sanità pubblica nell’Alto Jonio è all’anno zero non solo per quanto attiene all’Ospedale ma anche nella diagnostica che dovrebbe agevolare la tanto declamata medicina preventiva. Questo il calvario di un paziente con problemi di metabolismo. I dati: visita specialistica prenotata il 2 dicembre 2016, viene eseguita il 19 luglio 2017. Quasi 8 mesi di attesa, dunque. All’esito di questa visita lo Specialista raccomanda al paziente di effettuare la visita di controllo dopo tre mesi, ma l’ulteriore prenotazione presso il CUP rimanda il paziente al 30 maggio 2018.

E’ quanto succede  presso il Poliambulatorio del Distretto Sanitario “Jonio Nord” di Trebisacce e Corigliano diretto dal dottor Nicola Tridico ed è quanto ha scritto sul web un cittadino di Trebisacce. «Ma di che cosa stiamo parlando, – ha scritto questo paziente sollevando una serie di commenti e di reazioni – come posso curarmi in maniera adeguata, e come è possibile fare prevenzione se c’è questa enorme discrepanza tra il suggerimento dello specialista (3 mesi) ed il responso della prenotazione che rimanda a oltre 10 mesi? È una cosa veramente assurda! È una vergogna e per questo, come cittadino calabrese che paga regolarmente tasse anche più elevate per il debito sanitario, sono veramente mortificato ma impotente, come del resto tutti gli assistiti di questa maledetta sanità calabrese, perché sono sicuro che, ricorrendo alla solita raccomandazione riuscirei ad anticipare i tempi. A meno che – ha concluso questo cittadino mandando tutti… a quel paese – non scelgo di fare una visita a pagamento».

Questo uno dei oltre 40 commenti al post di questo paziente infuriato: «Come diceva un Grande, – scrive una signora di Trebisacce – la rivoluzione si fa nella cabina elettorale, ammesso che ciò sia ancora possibile…..Noi invece ancora ci facciamo prendere per i fondelli dai nostri governanti che arrivano su i palchi ad offendere l’ intelligenza altrui con parole vuote e fantomatiche promesse che regolarmente vengono disattese.  E noi, anziché ribellarci, – conclude la signora che si rende disponibile per avviare forme di protesta popolare – li applaudiamo pure!».

Pino La Rocca

Share Button

4 Responses to Trebisacce, beffa su beffa. Per una visita attende 8 mesi. Per il successivo controllo altri dieci

  1. GIUSEPPE PAGANO 2017/08/04 at 05:34

    I nostri parlamentari,invece di occuparsi di come far funzionare la nostra Nazione e,quindi,nel nostro caso, di dare ai cittadini un Servizio Sanitario efficente continuano con arroganza e menefreghismo a portare l’Italia alla deriva e allo sfascio.Non mi meraviglio che per un determinato esame strumentale o una normale visita specialistica bisogna attendere mesi o addirittura anni.Che vergogna!Come rimpiango i politici di un tempo.

    Rispondi
  2. Giulio Francomano 2017/08/04 at 07:28

    Dovrebbero solo vergognarsi

    Rispondi
  3. F. Aurelio 2017/08/04 at 14:16

    È ormai routine che nella nostra ASP si attenda così tanto per una visita o un esame strumentale, la cosa grave è che i dirigenti sono a conoscenza di tutto questo e che sono nella incapacità di porvi rimedio. Però si lamentano quando i nostri pazienti si rivolgono fuori regione.

    Rispondi
  4. ciccio 2017/08/07 at 10:11

    …credo che per parlare di vera democrazia…libertà di parola…di progresso e di vera civiltà…due sono i pilastri…per affermare che queste valutazioni sono efficienti…in una Nazione che si ritiene progredita… SCUOLA e la SANITA’…in Italia sono soltanto espressioni…metafisiche…con stima ciccio frangone

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *