Redazione Paese24.it

Quell’Amendolara raccontata da “Fiori di Mandorlo”

Quell’Amendolara raccontata da “Fiori di Mandorlo”
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Il castello riapre il suo portone per una serata di cultura dal carattere nostalgico per un’Amendolara che fu. L’occasione è la presentazione del libro “Fiori di Mandorlo – Amendolara nei versi due generazioni” di Francesco e Rocco Silvestri, padre e figlio, deceduti nel 1959 e nel 2014. L’idea di recuperare questi versi è stata del figlio di Rocco, Francesco Silvestri, giornalista. Un libro a quattro mani postumo, se vogliamo, dove attraverso i versi si racconta uno spaccato amendolarese analizzato con gli occhi attenti dei due “poeti”. Analfabeta e autodidatta il primo, muratore che ha combattuto nella Grande Guerra, che con un italiano approssimativo e a volte ironico, impreziosito da espressioni dialettali, racconta la vita in trincea e la quotidianità del suo paese tra politica e vita sociale. Un linguaggio diverso, ovviamente, quello del figlio Rocco, maestro elementare e direttore didattico. La sua poesia può essere considerata come una naturale conseguenza di quella del padre, più ricercata, pià acuta e che affronta anche temi di carattere universale.

L’appuntamento, previsto per lunedì 7 agosto alle ore 21, è organizzato dall’associazione “Centro Storico Amendolara” in collaborazione con l’Amministrazione Comunale. La presentazione del volume si terrà nel cortile del castello, dove moderati dal giornalista e direttore di Paese24.it, Vincenzo La Camera, interverranno: il sindaco, Antonello Ciminelli; gli ex dirigenti scolastici, Nicola Santagada e Tullio Masneri; il sacerdote, don Franco Gimigliano; lo storico locale, Antonio Gerundino; il già docente di Storia della Pedagogia all’Università della Calabria, Giuseppe Trebisacce e il professore in pensione Vincenzo Filardi. Allieteranno la serata le note dell’Ensemble di chitarre “I Musici”. Farà da prologo alla presentazione del libro una visita guidata, a partire dalle 18, aperta a tutti, attraverso i monumenti del centro storico di Amendolara con degustazioni enogastronomiche e mostre d’arte.

v.l.c.

Share Button

One Response to Quell’Amendolara raccontata da “Fiori di Mandorlo”

  1. GIUSEPPE PAGANO 2017/08/07 at 12:34

    Mi dispiace tanto che alla manifestazione culturale non siano presenti altri due ex dirigenti scolastici di Amendolara e cioè il professor Vincenzo Gerundino e la Professoressa Clara Latronico.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *