Redazione Paese24.it

San Severino “terra dei briganti”. Un tuffo nel passato tra storia e musica

San Severino “terra dei briganti”. Un tuffo nel passato tra storia e musica
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

San Severino Lucano fa un tuffo nel passato, per una tre giorni (11, 12 e 13 agosto) dedicata alla quinta edizione de «La terra dei Briganti», il festival della cultura meridionale organizzato dalla Pro Loco del Pollino. Ad aprire il sipario del Festival, domani, alle ore 18, il convegno dal titolo “La questione meridionale, storia di ordinaria emigrazione” a cui parteciperà Egidia Bruno con lo spettacolo “W l’Italia.it… noi non sapevamo” e la presentazione del libro di Saverio De Marco “La strada per la città”. Alle ore 20, “grespellata” in piazza con le note della musica popolare dei “Core battente”.

Sabato, alle 19.30, si terrà lo spettacolo teatrale itinerante “O brigante o emigrante”, per poi proseguire, alle ore 21, con la cena brigantesca e, alle 22, con i “Lira Battente” in concerto. Domenica, invece, gli amanti della natura si ritroveranno per un’escursione sui luoghi dei briganti e, alle 22, concluderà il festival, a Mezzana, lo spettacolo musicale “Radiolausberg, Kuntami nata storia”.

«Nella tre giorni – dichiara il sindaco Franco Fiore – si rievocherà una pagina importante della nostra storia, quella successiva all’unità nazionale. In particolare si narreranno i fatti di San Severino Lucano, paese che conserva i resti di una pagina di storia vissuta».

Redazione

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *