Redazione Paese24.it

Castrovillari. L’Estate del Folklore si presenta a tavola. «Sarà il festival dell’inclusione»

Castrovillari. L’Estate del Folklore si presenta a tavola. «Sarà il festival dell’inclusione»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Una tavola imbandita nel centro di Castrovillari. Rappresentanti di diverse comunità del territorio. Bandierine colorate. La 32esima edizione dell’Estate Internazionale del Folklore e del Parco del Pollino è servita. Con una conferenza stampa sui generis, all’aria aperta, su via Roma, ieri (giovedì) è stato presentato quello che il direttore artistico della kermesse, Antonio Notaro, presidente dell’associazione organizzatrice “Gruppo Folk Città di Castrovillari”, ha definito il “Festival dell’inclusione”.

Non solo interventi e saluti istituzionali, tutti concordi nel considerare la manifestazione «occasione di scambio culturale, integrazione a accoglienza» ma, soprattutto, consegna dei doni da parte delle comunità ospitate nel territorio. Pane e sale dalla Romania, acqua e stoffe pregiate dalla Costa d’Avorio, rum cubano, tè marocchino, il miele dall’Ucraina, per ringraziare Castrovillari e i suoi abitanti dell’accoglienza ricevuta. Quel tavolo dei relatori è diventato, così, tavolo dell’accoglienza.

Sei i giorni di festival – dal 18 al 23 agosto – , diverse le iniziative collaterali, tra cui la mostra fotografica “I colori del mondo”, dedicata a Barbara Malomo, a cura dell’associazione culturale Mystica Calabria. Proprio durante la conferenza stampa sono stati premiati i vincitori: al primo posto Fabrizio Burreci, al secondo Mimmo Filomia e al terzo Franco Martino.

Benin, Bosnia, Colombia, Georgia, Nuova Zelanda, Panama, Ucraina e Italia: i gruppi partecipanti alla kermesse. Più che una festa. Più che divertimento e spettacolo. In Piazza Municipio scenderanno i colori del mondo, simbolo di integrazione e accoglienza. Quei colori in esposizione nel foyer del teatro Vittoria. Con la stessa cordialità che si riserva a tavola con gli ospiti. Con la stessa gentilezza dimostrata nelle proprie case.

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *