Redazione Paese24.it

Cassano, convegno medico. Papasso non viene invitato e punta il dito contro Lione

Cassano, convegno medico. Papasso non viene invitato e punta il dito contro Lione
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Uno scorcio di Cassano

Polemica a distanza tra il sindaco di Cassano Jonio Giovanni Papasso e l’amministrazione comunale ed il Presidente del Consiglio di Amministrazione delle Terme Sibarite, nonchè attuale capo gruppo  della coalizione di centrodestra nel Consiglio comunale, Mimmo Lione. Oggetto della frizione destinata a “intorbidire” i rapporti tra l’Ente  e Cda delle Terme, il mancato invito del sindaco all’incontro coi medici di base svoltosi mercoledì scorso nel salone delle Terme Sibarite promosso dal Cda per il rilancio della struttura. Incontro al quale hanno preso parte tra gli altri il numero uno dell’ASP di Cosenza: il Direttore Generale Gianfranco Scarpelli, i Direttori dei Distretti Sanitari di Castrovillari e Trebisacce,  Antonio Perri e Graziano Mandaglio. Un comportamento che non è andato giù al primo cittadino cassanese (che ha comunque partecipato lo stesso al convegno) che ha affidato ad una nota stampa il suo pensiero in proposito: “nel prendere atto che all’iniziativa in questione non sono stati  invitati né  il Sindaco, né  l’Assessore alla Sanità e nessun altro componente della Giunta, esprimo il mio rammarico per tale colpevole dimenticanza”. Hanno aggiunto all’unisono primo cittadino e amministrazione comunale: “Il Presidente delle Terme, evidentemente, non gradisce la presenza del Sindaco e della Giunta, dimenticando che  il sindaco è la  Prima Autorità Sanitaria del comune per dettame costituzionale. Ci dispiace profondamente, si legge ancora nella nota, per questa spiacevole vicenda che certamente non facilita una interlocuzione tra i due Enti. Seguono precisazioni: “Purtroppo, evidenziano il sindaco Gianni Papasso e l’amministrazione comunale, taluni continuano a confondere il  ruolo  Istituzionale con quello privato o di rappresentante di un Partito politico! Crediamo che ciò non giova al buon nome della Città di Cassano. Siamo certi, affermano infine il sindaco e la giunta, che la Città di Cassano censurerà questo  comportamento, che ha tutto il sapore della pochezza intellettuale di chi, ha scarso rispetto per le istituzioni”. Per la cronaca, il sindaco, nonostante il mancato invito, ha comunque preso parte al convegno in qualità di Prima autorità sanitaria del Comune stigmatizzando tra l’altro nel suo intervento anche quando è avvenuto.

Leonardo Guerrieri

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *