Redazione Paese24.it

Castrovillari. Lotta al randagismo, a rischio il canile sanitario

Castrovillari. Lotta al randagismo, a rischio il canile sanitario
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

“Giù le mani dal canile sanitario di Castrovillari”. E’ questo il motto delle associazioni Gruppo “Passione Animali” di “Solidarietà e Partecipazione”, F.I.A. (Federazione Italiana Appennini), “Amico mio”, Pensieri Liberi Pollino e “Il Riccio”, che esprimono contrarietà al declassamento del canile sanitario di Castrovillari alle sole emergenze e denunciano un inspiegabile silenzio sulla questione.

«Questa indifferenza e inottemperanza agli obblighi di legge – dichiarano – sul problema randagismo da parte dell’Asp Cosenza  e del Comune di Castrovillari penalizza le tante associazioni e i cittadini del comprensorio. Infatti, la presenza e l’operatività del canile ha consentito in questi anni di arginare il fenomeno con tante adozioni, interventi sanitari e di sterilizzazione».

Un provvedimento, dunque, che penalizzerebbe ulteriormente una città già afflitta dal problema randagismo [LEGGI], in barba alle continue segnalazioni dei cittadini, preoccupati per la propria incolumità ma anche per quella degli amici a quattro zampe che vivono in condizioni precarie di salute e rischiano di essere investiti dalle auto. Senza tralasciare il degrado e l’inquinamento urbano che il fenomeno porta con sé. «Di fronte a questa ennesima aggressione sanitaria – denunciano le associazioni, chiedendo un intervento immediato – il Comune rimane colpevolmente in silenzio. Infatti, il sindaco e l’assessore all’ambiente si mostrano passivi all’ennesimo scippo perpetrato contro la nostra città».

Ciò che viene chiesto al direttore Asp Cosenza è di «provvedere immediatamente alla riapertura completa del canile sanitario in tutte le sue funzioni e individuare in Castrovillari il canile sanitario dell’area nord dell’Azienda Sanitaria provinciale di Cosenza modificando, anche attraverso convocazione dei sindaci del territorio, la scelta di Saracena». «Se ciò non avverrà – concludono – ci troveremmo di fronte ad una situazione ancora più drammatica con conseguente aumento dei cani randagi in città  e, a breve, alla chiusura completa del canile sanitario».

Federica Grisolia

 

Share Button

One Response to Castrovillari. Lotta al randagismo, a rischio il canile sanitario

  1. Raffaela Vergine 2017/08/23 at 09:41

    Assurdo
    Il disegno di non voler risolvere il problema a vantaggio dei canili privati dietro cui sottende una palese mafia è ormai confermato.
    Questo è un fenomeno che dovrebbe essere messo a conoscenza di BRUXELLES. NON SI TRATTA PIÙ DI ANIMALI MA DI MAFIA VERA E PROPRIA CON COLLUSIONI E CORRUZIONI

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *