Redazione Paese24.it

Festival del Cinema Gastronomico a San Severino. Ospiti d’eccezione Scamarcio e Siani

Festival del Cinema Gastronomico a San Severino. Ospiti d’eccezione Scamarcio e Siani
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

È tutto pronto per la sesta edizione di “Cinecibo Festival”, che andrà in scena nel prossimo fine settimana, dal 27 al 29 ottobre, a San Severino Lucano: tre giornate ricche di grandi eventi e ospiti d’eccezione, per il Festival del Cinema Gastronomico ideato e diretto da Donato Ciociola, quest’anno per la prima volta in Basilicata. Ad inaugurare la kermesse, venerdì, dalle ore 16, la mostra dal titolo “Ciak si mangia: il cinema a tavola” e il convegno “Ciak si gira. La Lucania: tradizioni e territorio in scena“, a cui parteciperanno, tra gli altri, gli attori Maurizio Casagrande e Salvatore Esposito (Genny Savastano nella serie “Gomorra”). A seguire, lo show-cooking dello chef Federico Valicenti.

Parterre ricco di ospiti anche sabato 28. La dieta mediterranea, tema portante dell’edizione 2017, sarà uno degli argomenti dell’intervista che verrà realizzata in esclusiva a Riccardo Scamarcio. In calendario, poi, la gara di show-cooking che vedrà opposti, in una competizione all’ultimo mestolo, la giornalista Valentina Bisti e il suo collega del Tg5 Gioacchino Bonsignore, affiancati ai fornelli dagli chef lucani Pino Golia e Paolo Infantino. A seguire, le premiazioni degli ospiti Cinzia TH Torrini (regista), Marco Belardi (produttore), Alberto Barbera (Direttore della Mostra del Cinema di Venezia), dei vincitori del concorso cinematografico e dell’ospite d’onore Alessandro Siani. Domenica 29 ottobre, infine, alle ore 11, conferenza stampa di conclusione della kermesse.

Contestualmente all’inizio del Festival, venerdì si apriranno ufficialmente le porte del Palafrido. Una struttura, sita in località Mezzana Frida, che comprende un museo multimediale – in cui saranno mostrate le immagini delle bellezze tipiche del territorio, dei luoghi sacri come il Santuario della Madonna del Pollino, le interviste ai personaggi storici locali – e una sala per proiezioni cinematografiche e documentari (tra cui il cortometraggio sul brigantaggio “Il Lupo del Pollino”) con la possibilità di essere utilizzata anche come teatro.

«Un centro multimediale e polifunzionale a tutti gli effetti – ha commentato il sindaco di San Severino, Franco Fiore – in cui abbiamo voluto raccogliere la nostra storia e le nostre tradizioni, raccontare la vita dell’uomo di ieri e mostrare gli aspetti più salienti della flora e della fauna del Parco Nazionale del Pollino».

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *