Redazione Paese24.it

Montegiordano. Ritrovata senza vita la donna scomparsa

Montegiordano. Ritrovata senza vita la donna scomparsa
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Ritrovato senza vita, nelle campagne di Montegiordano Marina il corpo della signora Ilona Kanalas, 67 anni, di origini ungheresi, ex maestra di danza e di ginnastica che era scomparsa da casa da oltre un mese. Il suo corpo è stato ritrovato casualmente questa mattina intorno alle 11 in una zona scoscesa che sorge ai margini del torrente Garibaldi, in agro di Montegiordano Marina, non lontano dalla sua abitazione, da un contadino che si stava recando nel suo podere, il quale ha subito avvertito le Forze dell’Ordine. Il corpo della povera Ilona Kanalas, in avanzato stato di decomposizione, la qual cosa fa pensare che il suo decesso sia avvenuto diversi giorni addietro, era avvolto in una vestaglia di colore rosso, con il cappuccio che ne copriva il capo e che la mimetizzava con la vegetazione circostante. Una volta recuperata e identificata, la sua salma è stata trasferita presso la morgue dell’Ospedale di Trebisacce a disposizione dell’autorità giudiziaria che, come avviene per prassi in casi del genere, disporrà quasi certamente l’autopsia.

La donna, un tempo bella, dai capelli corvini e dai lineamenti tipici della sua provenienza ungherese, da giovane faceva l’insegnante di ginnastica e di danza nella palestra gestita dal marito, Antonio Gentile, anche lui docente di ginnastica e, dopo il decesso del marito avvenuto qualche anno addietro, viveva da sola in paese. Da alcuni giorni però, in preda ad una forte crisi depressiva dovuta anche alla solitudine, aveva fatto perdere le sue tracce e veniva ricercata a seguito dell’allarme lanciato da alcune sue ex allieve che le erano rimaste affezionate e che avevano lanciato sul web un appello per il ritrovamento della loro insegnante di danza e di ginnastica. Ricerche rivelatesi purtroppo senza esito che la figlia, residente tuttora in Ungheria, seguiva con grande ansia e trepidazione. Secondo indiscrezioni rivelate dalle stesse sue ex allieve al fine di agevolarne le ricerche, la donna sarebbe stata avvistata per l’ultima volta ai primi di novembre in una campagna nei pressi della sua abitazione e da allora si sarebbero perse le tracce anche del suo cellulare che non rispondeva più alle chiamate, fino al ritrovamento del suo corpo senza vita avvenuto questa mattina in modo del tutto casuale. Sulle cause che ne hanno determinato il decesso sicuramente farà luce l’esame autoptico che quasi certamente disporrà il Magistrato di turno presso il Tribunale di Castrovillari dr.ssa Simona Manera dopo aver esaminato i rilievi effettuati dai Carabinieri di Rocca Imperiale al comando del Maresciallo Antonio Fanelli.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *