Redazione Paese24.it

Scuole Alto Jonio, il “valzer” dei Dirigenti. Ecco come si ripartirà dal 1^ settembre

Scuole Alto Jonio, il “valzer” dei Dirigenti. Ecco come si ripartirà dal 1^ settembre
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

L'Istituto Tecnico "Filangieri" di Trebisacce

Così come d’estate si assiste al calciomercato e al così detto valzer degli allenatori che cambiano panchina, più meno allo stesso modo si assiste alla riordinamento delle “cattedre” e dei ruoli dirigenziali negli istituti scolastici. Nell’Alto Joio cosentino è diminuito il numero dei Dirigenti scolastici in quanto diverse scuole si sono accorpate tra di loro dando vita agli Istituti Comprensivi e in qualche caso, agli Omnicomprensivi, con la disponibilità ovviamente di un solo Dirigente (ex preside) e di un solo Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi (ex segretario). L’Alto Jonio cosentino ha visto con la chiusura dell’anno scolastico 2011-2012 il pensionamento di quattro Dirigenti. Vincenzo Gerundino, che è stato alla guida dell’Omnicomprensivo di Oriolo (con annessa Nocara) e del Comprensivo di Roseto-Motegiordano; Clara Latronico, dirigente presso l’Istituto Tecnico “Filangieri” di Trebisacce; Pietro Adduci, dirigente alla Direzione Didattica della Marina di Trebisacce e Michele Garita, dirigente del Comprensivo di Sibari.

Nel frattempo l’Omnicomprensivo di Oriolo ha perso dirigenza e segreteria e da settembre verrà accorpato ad Amendolara che sarà scuola capofila di un nuovo Omnicomprensivo che comprenderà anche Roseto e Castroregio. Alla guida è stato confermato l’attuale Dirigente di Amendolara, Walter Bellizzi (originario di San Basile). Al “Filangieri” di Trebisacce invece Domenica Franca Staffa subentrerà a Clara Latronico. Gli incarichi, affidati tramite decreto Miur – Ufficio scolastico Regionale Calabria a firma del direttore generale Francesco Mercurio, saranno esecutivi dal 1^ settembre. Intanto confermata anche Maria Saveria Veltri (di San Marco Argentano) al Comprensivo di Rocca Imperiale (con Canna, Nocara e Montegiordano). Alla guida dell’Istituto Professionale di Trebisacce ci sarà, invece, Agostino Cosimo Guzzo. Nell’anno appena trascorso l’Ipsia era stato diretto da Clara Latronico, che in qualità di reggente aveva preso il posto della compianta Silvana Palopoli. Al Liceo Scientifico e Classico di Trebisacce (con annessa sezione staccata di Oriolo) confermato Tullio Masneri.

Mentre il prof. Leonardo Rago si ripresenterà a settembre nel suo ufficio di Dirigente del Comprensivo di Trebisacce (con Albidona e Alessandria del Carretto) che vedrà l’annessione della Direzione didattica, guidata sinora da Pietro Adduci, da qualche settimana in pensione. Confermata anche Maria Carmela Rugiano alla guida del Comprensivo di Francavilla Marittima (con Cerchiara, Piana di Cerchiara e San Lorenzo Bellizzi). Mentre il Comprensivo di Villapiana-Plataci, dopo il trasferimento della Dirigente Elisabetta Cataldi a Rossano, andrà in reggenza. Così come il Comprensivo di Sibari, dopo il pensionamento del Dirigente scolastico Michele Garita. Questo il quadro sui Dirigenti che alunni, docenti, personale e genitori troveranno alla riapertura dell’anno scolastico. Dall’altra parte invece registriamo un malessere diffuso tra quel personale scolastico che verrà trasferito, frutto della politica degli accorpamenti e dei tagli che stanno letteralmente spogliando l’Alto Jonio cosentino di quei servizi primari per un comprensorio. Dalla chiusura dell’ospedale di Trebisacce, al drastico ridimensionamento del parco treni per il Nord Italia. Dalla chiusura dei Giudici di Pace alle paventate soppressioni del Tribunale di Castrovillari e di diversi uffici postali. Sino ad arrivare all’accorpamento degli istituti scolastici.

Vincenzo La Camera

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *