Redazione Paese24.it

Mormanno, Comune vieta i botti di Capodanno. «Gli animali muoiono di paura»

Mormanno, Comune vieta i botti di Capodanno. «Gli animali muoiono di paura»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Ordinanza del sindaco Regina: «Ci si può divertire anche senza fare tanto rumore»

Download PDF

Vietati i botti di Capodanno. E’ l’ordinanza emanata dal Comune di Mormanno che resterà in vigore fino al 7 gennaio 2018 contro ogni tipo di fuoco d’artificio ascrivibile alle categorie IV e V, ma anche D ed E, sia in luogo pubblico che privato, con eccezione per gli spettacoli autorizzati dei professionisti. Sono esclusi i prodotti del tipo fontane, bengala, bottigliette a strappo lancia-coriandoli, fontane per torte, petardini da ballo, bacchette scintillanti e simili, trottole, girandole e palloni luminosi. La volontà di bandire qualunque materiale esplodente è stato preso «in ragione della tutela degli animali domestici (in particolare cani e gatti) e della fauna selvatica che per il forte boato derivante dai botti di fine anno ogni anno muoiono di paura».

Apprezzamento è stato espresso da Manuela De Luca, assessore comunale con delega al randagismo e tutela degli animali. «La nostra scelta vuole tutelare anche la fauna selvatica e ci auguriamo che gli altri Comuni del Parco seguano il nostro esempio. Crediamo – spiega l’assessore De Luca – che ci si possa divertire anche senza botti di fine anno. E convinti di questo abbiamo optato di mettere in campo questa ordinanza».

A sostegno della scelta dell’Amministrazione comunale di Mormanno anche la presidente della sezione Enpa di Rende/Cosenza, Lea Santaniello: «Un segno di apertura che mostra un reale interesse verso il benessere degli animali, che rischiano letteralmente la morte. Ogni anno sono, infatti, moltissimi i decessi per infarto di cani e gatti, per non parlare del disorientamento di tutta la fauna selvatica».

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *