Redazione Paese24.it

“Scatta il pericolo” a Villapiana. La sicurezza stradale appassiona gli studenti

“Scatta il pericolo” a Villapiana. La sicurezza stradale appassiona gli studenti
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Concluso, con una serie di simulazioni di guida e di crash-test (incidenti stradali) e con la premiazione dei vincitori del Concorso intitolato “Scatta il pericolo” il progetto di Sicurezza Stradale promosso dal Comune di Villapiana, finanziato con i fondi del Piano Nazionale sulla Sicurezza Stradale e condotto dall’Associazione “Giovani Responsabili” di Crotone. L’intensa “due giorni” del 31 gennaio e del I° febbraio scorsi ha rappresentato una verifica sul campo delle nozioni che gli studenti dell’Istituto Comprensivo “Giovanni Pascoli” hanno appreso nel corso degli undici incontri formativi tenuti da esperti del settore: ingegneri, tecnici, familiari delle vittime della strada e medici tossicologi che hanno illustrato gli effetti dell’alcool, del fumo e delle sostanze stupefacenti sul cervello umano fornendo informazioni pratiche sul Primo Soccorso.

Obiettivo prioritario delle lezioni, sempre e solo la sicurezza stradale e le regole comportamentali da tenere sia da pedoni che alla guida di un mezzo, sia esso auto, moto o bici. Oltre agli studenti, le lezioni sono state seguite dal personale dipendente dell’Amministrazione Comunale di Villapiana, a loro volta formati sulle norme che riguardano in generale la sicurezza stradale. Oltre a seguire le lezioni teorico-pratiche, gli studenti che hanno partecipato anche ad un Concorso Fotografico denominato ‘Scatta il pericolo’, si sono cimentati in una passeggiata in bici lungo le arterie circostanti il Plesso Scolastico, hanno simulato un percorso stradale e sono stati “Vigili Urbani per un giorno”, dirigendo il traffico dei loro coetanei e toccando con mano l’attività degli operatori della Polizia Locale.

La manifestazione conclusiva si è svolta invece presso il Centro Polivalente dello Scalo dove sono stati effettuati Corsi di Guida con simulatori, durante i quali ai ragazzi è stata data la possibilità “una tantum” di provare l’ebbrezza virtuale di guidare un’auto dovendosi comunque districare tra percorsi computerizzati, urbani ed extraurbani, rispettando comunque le regole della sicurezza. Momento fondamentale è stato quello legato al Katedromos, il cosiddetto “catechismo della sicurezza stradale” affidato alla professionalità di Leonardo Indiveri che, attraverso un interessante “contenitore culturale” è stato capace di interfacciarsi rapidamente con i più giovani grazie all’utilizzo di attrezzature multimediali, immagini e tecniche avanzate di comunicazione. Momento importante, anche quello del crash-test e del ribaltamento dell’auto a seguito di un incidente, attraverso cui i ragazzi hanno potuto toccare con mano i gravi effetti del mancato utilizzo delle cinture.

Vincitrici del Concorso Fotografico sono state Claudia Maffia, la cui foto ritraeva un pedone in attraversamento fuori dalle strisce pedonali e distratto dal cellulare al sopraggiungere di un’auto e Iris Ramundo, anche lei con una foto che ritraeva una persona alla guida, distratta dall’uso del cellulare. Al termine dei lavori le due ragazze sono salite sul palco e, dopo la foto di rito con il sindaco Paolo Montalti e l’assessore Rosa Falabella, con la docente dell’Istituto “G. Pascoli” Angela Napoli, con il Capitano dei Carabinieri Cesare Calascibetta, con una pattuglia della Polstrada di Trebisacce guidata dall’Ispettore Capo Graziano Nadile e con gli Istruttori de “I Giovani Responsabili”, sono state premiate con il regalo di due biciclette e di due caschi protettivi.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *