Redazione Paese24.it

Elezioni Politiche. Non più la scheda nell’urna. Arriva il tagliando antifrode

Elezioni Politiche. Non più la scheda nell’urna. Arriva il tagliando antifrode
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

La scheda elettorale con “tagliando antifrode”, un escamotage ideato per impedire il voto di scambio usando schede già votate. E’ la novità introdotta dal Rosatellum per le elezioni politiche del 4 marzo. In pratica, al cittadino verrà consegnata una scheda munita di un codice progressivo alfanumerico generato in serie, lo stesso riportato sul tagliando cartaceo allegato, che verrà annotato sul registro. Dopo aver votato – come segnala anche il Comune di Castrovillari – l’elettore non dovrà più mettere la scheda nell’urna, come è stato fino ad oggi, bensì dovrà consegnarla al presidente del seggio, il quale prima controllerà che il codice corrisponda a quello annotato, poi staccherà l’appendice contenente il codice, quindi imbussolerà le schede nelle urne.

L’elettore per nessun motivo dovrà staccare l’appendice con il codice, pena l’annullamento della scheda e del voto.

Redazione

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *