Redazione Paese24.it

Di Maio anticipa lista ministri. Originario di Roseto Capo Spulico il candidato al dicastero dello Sport

Di Maio anticipa lista ministri. Originario di Roseto Capo Spulico il candidato al dicastero dello Sport
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Coup de thèatre del candidato premier per il Movimento Cinque Stelle Luigi Di Maio (nella foto), che avrebbe inviato (via mail) al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, la lista dei ministri che proporrà, qualora dovesse vincere le elezioni, per governare il Paese. Tra i nomi spicca, per il dicastero dello Sport, quello di Domenico Fioravanti, ex nuotatore italiano di 41 anni, campione olimpico a Sidney 2000. Fioravanti (nella foto in basso) è originario di Roseto Capo Spulico e oggi si dedica all’imprenditoria. L’ex nuotatore è candidato in Piemonte alla Camera dei Deputati, all’uninominale. Fioravanti si aggiunge ad altri nomi nella lista dei possibili ministri, quali: l’economista Lorenzo Fioramonti allo Sviluppo Economico; la dirigente ministeriale Alessandra Pesce all’Agricoltura. Qualche giorno fa, Di Maio aveva lanciato anche il nome del Generale di Brigata dell’Arma dei Carabinieri Sergio Costa, comandante della Regione Campania dei Carabinieri forestali, quale futuro ministro dell’Ambiente.

Al Welfare, Pasquale Tridico (anch’egli di origini calabresi), economista e docente all’Università Roma Tre; e il foggiano Giuseppe Conte, docente di Diritto Privato all’Università di Firenze,  alla Pubblica Istruzione. Per la Giustizia circola il nome del già deputato pentastellato Alfonso Bonafede. Un altro dicastero sarebbe pronto per Riccardo Fraccaro, fedelissimo di Di Maio. Per Gentiloni questa iniziativa di Di Maio è surreale. Per Berlusconi sarebbe un governo di sconosciuti. Per Di Maio, invece, si tratta semplicemente di «una questione di trasparenza nei confronti degli elettori, che hanno il diritto di non votare a scatola chiusa, ed è la prova che facciamo sul serio e siamo pronti a governare».

Vincenzo La Camera

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *