Redazione Paese24.it

Crosia, mare sporco. Filippelli (La Destra): «Situazione insostenibile, colpa di incuria e malgoverno»

Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

La striscia di melma presente domenica mattina nel mare di Crosia

La Destra della Sibaritide a muso duro contro l’amministrazione comunale di Crosia. L’argomento della disputa è legato alle condizioni del mare della cittadina del basso ionio, che a detta del responsabile de La Destra della zona ionica cosentina, Salvatore Filippelli, versa in condizioni critiche. «Come può – si chiede Filippelli – il mare di una zona poco industrializzata e con bassa densità di popolazione, essere costantemente sporco?». La Destra non si è fermata alla mera denuncia, ma ha anche immortalato le chiazze di melma giallastra galleggiante che erano presenti, domenica mattina, nel mare di Crosia. «Una situazione insostenibile – ha spiegato Filippelli – resa ancor più grave dalla condizione della spiaggia. Una battigia alterata da pietre e sabbia portata da qualche fiume che rende difficile persino piazzare un ombrellone sulla spiaggia libera».

«Rincresce – ha proseguito Filippelli – dover ogni anno ritornare a parlare sempre degli stessi problemi, senza vedere uno straccio di soluzione. E non siamo ancora ad agosto. Come accoglieremo i turisti in arrivo? L’afflusso dei visitatori nella nostra bella cittadina è da anni sempre in diminuzione e l’aggravarsi dei suddetti problemi non fa che aumentare la misura dell’esodo. Non ci sono strutture ricettive e, cosa ancor più indecente, non c’è un programma di sviluppo del territorio splendido e incontaminato di Crosia».

Il partito di Storace, per conto del suo responsabile nella zona della Sibaritide, chiede un impegno concreto di tutti gli esponenti politici eletti nell’area e «un controllo analitico di tutti punti di scarico delle acque reflue a mare. L’area del lungomare “Centofontane” è un luogo che tanti ci invidiano. Vederla costantemente deturpata dall’incuria e dal malgoverno, dall’inciviltà e dal menefreghismo, è inaccettabile».

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *