Redazione Paese24.it

Castrovillari, villetta riprende vita con i pannelli sull’ambiente

Castrovillari, villetta riprende vita con i pannelli sull’ambiente
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

E’ stato collocato questa mattina (mercoledì 28 marzo), nella villetta “Melvin Jones” di Via XX Settembre, a Castrovillari, un pannello raffigurante i disegni delle due classi vincitrici [LEGGI] del concorso artistico indetto nell’ambito del progetto “Service e Territorio”, promosso dai Lions Club di Castrovillari e realizzato dai Carabinieri Forestali dell’Ufficio Biodiversità di Cosenza. Un’assidua campagna di sensibilizzazione sui problemi legati all’ambiente attraverso incontri con le prime classi della Scuola Secondaria di 1°grado. Proprio le delegazioni delle classi che hanno preso parte al concorso hanno messo a dimora alcune piantine all’interno dello spazio verde.

Alla manifestazione erano presenti, tra gli altri, il sindaco, Mimmo Lo Polito, l’assessore all’Ambiente, Pasquale Pace, e il presidente del Consiglio comunale, Piero Vico. Inoltre, i soci del Lions Club Castrovillari, con il presidente Michele Martinisi, il dirigente scolastico Gianmarco D’Ambrosio, il Ten. Col. Gaetano Gorpia, Comandante del Raggruppamento Biodiversità di Cosenza, il Ten. Massimo Cipolla del Comando Carabinieri di Castrovillari, con altri graduati, il dirigente del Commissariato di PS, Leonardo Papaleo, rappresentanti dell’Esercito e di vari Corpi, insieme agli altri dirigenti scolastici e agli alunni. I pannelli, sostenuti da una struttura in legno, sono stati benedetti dal parroco della chiesa dei Sacri Cuori, don Gianni Di Luca. La villetta si trova, infatti, di fronte all’ex convitto vescovile (che diventerà Casa della Misericordia), nei pressi della parrocchia.

Il sindaco Lo Polito a nome dell’Amministrazione municipale – che ha sostenuto il progetto – ha sottolineato «la portata dell’iniziativa, fondamentale per lo sviluppo del senso civico e il rispetto dell’ambiente in quanto patrimonio pubblico». «La tutela, il risanamento e la gestione delle risorse naturali» rappresentano, infatti,  gli obiettivi prioritari di tali percorsi didattico-educativi.

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *