Redazione Paese24.it

Catanzaro, presentata “Rete regionale Case salute”. Numerosi ospedali riconvertiti

Catanzaro, presentata “Rete regionale Case salute”. Numerosi ospedali riconvertiti
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Nei giorni scorsi si è svolta a Catanzaro presso Palazzo Normanno  un’importante riunione sulla “Rete Regionale Case Salute”. Presente il Presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, l’On. Giulio Serra, membro della commissione per la sanità, il sub-commissario per l’attuazione del Piano, Dott. D’Elia, il dirigente generale del Dipartimento per la tutela della salute, Dott. Zoccali, e numerosi tecnici intervenuti alla riunione. Presenti all’incontro i Direttori Generali delle Aziende Sanitarie Provinciali e per l’Asp di Cosenza in Direttore dott. Gianfranco Scarpelli insieme ai Sindaci dei comuni del cosentino interessati. Erano presenti i sindaci o loro delegati per i  comuni di San Marco Argentano, Trebisacce, Praia a Mare, Cariati. Gli ospedali presenti in queste cittadine saranno riconvertiti in Case della Salute. Per il comune di San Marco Argentano erano presenti l’assessore alla Sanità, Dott. Michele Argondizzo, e l’assessore alla politiche sociali, Avv. Glauca Cristofaro. Nel corso dell’incontro si sono stabiliti i criteri generali per la realizzazione delle Case della Salute e la previsione di spesa è di 67 milioni di euro provenienti da Fondi Europei. Gli esponenti regionali hanno espresso una chiara volontà di accellerare la realizzazione delle Strutture. L’ospedale di San Marco Argentano, insieme agli ospedali di Chiaravalle Centrale e Siderno, è stato scelto per realizzare  i modelli organizzativi da applicare poi successivamente alle altre strutture. Successivamente seguiranno altri incontri volti a stabilire le modalità tecnico-pratiche per la realizzazione della riconversione delle strutture.

Rosanna Angiulli

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *