Redazione Paese24.it

Rossano, è morto il preside Sapia

Rossano, è morto il preside Sapia
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

La città di Rossano piange il preside e storico Giovanni Sapia: giornalista, filologo, scrittore, dantista, uomo di cultura, personalità di fervida vivacità intellettuale. Fondatore e direttore dell’Università Popolare di Rossano. Autore di numerosi saggi pubblicati in diversi periodici e riviste italiane. La sua ricerca storico-letteraria è stata oggetto di due tesi di Laurea all’Università degli Studi della Calabria. Tra le sue pubblicazioni l’importante volume “La carta rossanese e il Barber. lat. 3205” (1978, Premio Villa San Giovanni per la filologia), “Cerchio d’amore. La poesia di Giuseppe Selvaggi” (1984), “Tra Calabria e Umbria. Classicisti del secondo Ottocento”(1988), “Ciardullo (Michele De Marco)” (2000), “Rossano tra storia e memoria” (2001), “Il romanzo del Casale” (2009), molto apprezzato da critica e pubblico.

Ha ricevuto, tra l’altro, la Medaglia d’Oro “Calabresi Illustri” nel 1985 e la Medaglia d’Oro del Presidente della Repubblica per la Cultura, l’Arte e la Scuola nel 1990. Il preside Sapia lascia traccia di sé grazie ai suoi numerosi libri e saggi. Come non ricordare, poi, la sua attività politica e giornalistica, ma anche come direttore dell’Università Popolare “Ida Montalti Sapia” intitolata alla sua amata ed indimenticabile consorte. Da sottolineare, tra l’altro, il suo impegno affinchè il Codex Purpureus Rossanensis diventasse bene mondiale riconosciuto dall’Unesco. I funerali si svolgeranno sabato 2 giugno, alle ore 10:30, nella Chiesa di San Bernardino nel centro storico di Rossano. I tanti cittadini rossanesi e non solo, si augurano che, da qui a poco, possa essere intitolata una Via o una Piazza al compianto ed illustre concittadino: Giovanni Sapia.

Antonio Le Fosse

Share Button

One Response to Rossano, è morto il preside Sapia

  1. enzo nigro 2018/06/28 at 21:39

    Sin dai tempi del liceo classico “San Nilo” di Rossano , è stato mio maestro di scuola e di vita.
    Dopo , per 60 anni e più , ogni qualvolta ho potuto , sono andato a Rossano per vederLo e per “sentirLo” : da perenne suo alunno.
    Un mesetto fa mi ha onorato della sua “presentazine” alle mie poesie in vernacolo calabrese :
    “Poesia e Cinema”.
    Che emozione a leggere : a “sentirLo”…
    Credo sia stato uno degli ultimi suoi scritti.
    Grazie , mio amato Professore : Vi ricorderò sempre , sempre.
    Con l’affetto a Voi noto , Vi saluto !
    Enzo Nigro : il vostro perenne alunno.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *