Redazione Paese24.it

Pollino, distrutta la stazione meteo di Piano Ruggio

Pollino, distrutta la stazione meteo di Piano Ruggio
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

È stata distrutta per la terza volta consecutiva una delle quattro stazioni meteo ubicate nel cuore del Parco Nazionale del Pollino (nella foto), destinate a portare avanti un progetto di monitoraggio del nevaio più meridionale d’Italia posto nella dolina del monte omonimo. Ad essere colpita è stata proprio la stazione principale situata a Piano Ruggio, nel comune di Viggianello (Pz). I malfattori hanno smontato lo schermo solare e rubato il datalogger, lo strumento più importante di tutta la stazione che rileva i dati e permette di effettuare i monitoraggi che a loro volta consentono di studiare i meccanismi che portano ai raffreddamenti radioattivi che si verificano nelle doline di origine carsica. Ancora oggi questi meccanismi risultano essere poco trattati in letteratura scientifica. Al momento la stazione è distrutta perciò è impossibile ricavare dati. Oltre a perdere tutti i dati dell’estate, c’è bisogno di acquistare nuovamente gli strumenti ed installarli. “Non ci fermeremo neanche stavolta, il progetto avviato grazie allo stimolo di Bruno Renon, studioso dell’ARPA Veneto continuerà”, dichiarano gli scienziati di MeteoWeb che dall’estate del 2007 portano avanti questo progetto. Nel corso di questi anni il progetto Pollino ha evidenziato delle rilevanze scientifiche importanti.

Arianna Calà

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *