Redazione Paese24.it

La sezione arbitri di Rossano festeggia quarant’anni alla presenza dell’ex fischietto Nicchi

La sezione arbitri di Rossano festeggia quarant’anni alla presenza dell’ex fischietto Nicchi
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

La sezione AIA di Rossano ha festeggiato i suoi primi 40 anni di vita alla presenza anche dell’ex arbitro Marcello Nicchi (Presidente nazionale dell’Associazione Arbitri Italiani). All’incontro, tenutosi presso l’Auditorium “Alessandro Amarelli” in Contrada Frasso-Amarelli allo Scalo cittadino, hanno presso parte Francesco Filomia (Presidente AIA Rossano), l’avvocato Giovanni Bruno, don Rocco Grillo (Responsabile della pastorale dello sport e tempo libero della Diocesi di Rossano-Cariati), Francesco Longo (Comitato Regionale Arbitri Calabria) e Marcello Nicchi (Presidente nazionale dell’AIA). In platea erano presenti, oltre a tutti gli arbitri della Sezione di Rossano e non solo, i vertici regionali dell’AIA, ma anche il Vice-Questore aggiunto del Commissariato di Rossano, Giuseppe Massaro, e il Capitano della Compagnia Carabinieri di Rossano, Carlo Alberto Sganzerla.

Molto bello, tra l’altro, il filmato proiettato su un maxi-schermo che ha raccontato i primi 40 anni di piena attività, con foto e testimonianze, della Sezione AIA di Rossano. Sono stati ricordati, dopo l’inno nazionale italiano e con un minuto di silenzio, tutti gli arbitri che non ci sono più. Interessanti, inoltre, gli interventi, moderati dal giornalista Serafino Caruso. In seguito, poi, si è dato vita alla cerimonia di consegna delle targhe di riconoscimento agli ex Presidenti di Sezione (tra cui Gaetano Luzzi, Mario Russo e Domenico Fontanella), ex arbitri ed associati. Al Presidente nazionale dell’AIA, Marcello Nicchi, è stato consegnato, invece, un quadro, realizzato dal giovane e bravo artista rossanese Emanuele Attadia, raffigurante il suo volto.

Antonio Le Fosse

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *