Redazione Paese24.it

Trebisacce. Dopo 40 anni di servizio, il comandante Nadile va in pensione

Trebisacce. Dopo 40 anni di servizio, il comandante Nadile va in pensione
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Graziano Nadile, Comandante fin dal 2010 del Distaccamento della Polizia Stradale di Trebisacce con il grado di Ispettore Maggiore della Polizia di Stato, originario di Mongiana (VV) ma ormai cittadino adottivo di Trebisacce, al compimento del suo quarantesimo anno di attività nelle Forze dell’Ordine, ha lasciato il servizio attivo e d’ora in poi vivrà la sua meritata quiescenza dedicando più spazio alla sua adorata famiglia e continuando il suo impegno nel sociale e nella cittadinanza attiva. E, in occasione della conclusione della sua onorata carriera, l’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Francesco Mundo, grata all’integerrimo Comandante Graziano Nadile, a nome dell’intera comunità ha voluto ringraziarlo per aver svolto la sua professione sempre con garbo, con competenza e con estrema correttezza e, nel corso dell’ultimo consiglio comunale, lo ha ringraziato per il prezioso servizio svolto e gli ha consegnato (nella foto) una bella targa-ricordo.

«Nel tuo personale modo di essere, – ha scritto il figlio Francesco Nadile -, hai sempre indossato la divisa con orgoglio e con grande dignità dimostrandoti, nell’autorevolezza derivante dal tuo grado, educatore di tutti e rappresentante dello Stato e non semplicemente un funzionario in grado di applicare il Codice della Strada, dimostrando prima di tutto di essere un uomo. Da domani – ha aggiunto il figlio Francesco – quella cravatta e quel berretto che anche se con dispiacere smetterai di indossare, sono sicuro che rimarranno sempre accostati al tuo cuore così come l’insegna del Centauro della Stradale rimarrà scolpito in te e tu continuerai per tutti noi ad essere “Il Comandante”. Uomo di Stato e portatore di grandi valori – ha concluso Francesco Nadile – oggi proclamato con orgoglio cittadino onorario della città di Trebisacce che hai servito sempre con onore. Noi, come famiglia, – ha concluso Francesco Nadile ringraziandolo anche a nome della mamma Annamaria La Polla – non possiamo che essere orgogliosi della tua stupenda carriera perché sei e sarai sempre per tutti noi un esempio di vita».

Tanti gli auguri e gli attestati di stima ricevuti dal Comandante Nadile. Ne abbiamo scelto uno, quello di Mino Cervellera che nella Polstrada ha avuto il papà, in servizio a Trebisacce quando il Comandante Nadile muoveva i primi passi nella Polstrada. «Tantissimi auguri di salute, di felicità e di gioia: – ha scritto Mino Cervellera – gli anni passano per tutti, ma restano i ricordi che, indelebili nel tempo, sono e saranno i testimoni delle cose fatte e fatte bene. Tu ne hai poste in essere tante, con umiltà, con serietà e con tanta saggezza e saranno queste virtù a farti ricordare per sempre. Auguri di cuore… caro ragazzo della Fiat 127 Blu».

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *