Redazione Paese24.it

Trebisacce, affondo dei 5 Stelle: «Vengono spesi soldi per nuovi primari invece che per riaprire ospedali»

Trebisacce, affondo dei 5 Stelle: «Vengono spesi soldi per nuovi primari invece che per riaprire ospedali»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Il parlamentare coriglianese del Movimento 5 Stelle Francesco Sapia blocca la nomina di 14 nuovi primari da parte dell’Asp di Cosenza e chiede che, nel rispetto delle sentenze della Magistratura Amministrativa, le risorse vengano spese per aprire gli Ospedali di Trebisacce e di Praia a Mare. Questa, comunque, la nota con cui Francesco Sapia, Componente della Commissione Sanità della Camera, ha riferito della sua iniziativa: «A seguito della mia diffida urgente dei giorni scorsi, il direttore generale dell’Asp di Cosenza Raffaele Mauro ha sospeso le procedure per l’affidamento della responsabilità di 14 Unità Operative Complesse, in quanto prive della preventiva autorizzazione da parte del Commissario ad Acta, nello specifico obbligatoria. Il Diggì Mauro si è reso conto del suo grave errore, che in assenza della mia attività di vigilanza avrebbe determinato la nomina di ben 14 nuovi Primari, in totale violazione delle norme del Piano di Rientro. Adesso tocca al commissario Scura disporre l’immediata revoca delle relative delibere. Dalla prima delle due risposte del direttore generale dell’Asp di Cosenza alla mia diffida, – ha aggiunto Sapia – ho appreso che per via di “cause esogene” lì richiamate il bilancio aziendale sarebbe addirittura in buon equilibrio economico.

Se è così – prosegue il deputato 5Stelle – Mauro provveda alla tempestiva e stavolta vera riattivazione degli Ospedali di Praia a Mare e Trebisacce, che è prioritaria. Piuttosto che spendere i soldi per moltiplicare il numero dei Primari dell’Asp di Cosenza, si impegnino i quattrini disponibili a rispettare le sentenze definitive della Magistratura Amministrativa, che finora sono rimaste lettera morta per responsabilità politiche del governatore Mario Oliverio e per volontà dello stesso Mauro e del commissario Massimo Scura. Non mi è sfuggita – ha concluso Sapia – la vicenda della nomina dei nuovi, si fa per dire, Direttori dei Distretti Sanitari dell’Asp di Cosenza, su cui ho subito presentato un esposto alla Procura e alla Corte dei Conti. Ritengo inammissibili le giustificazioni rese in proposito da Mauro, cui chiedo di tornare indietro in ossequio alle regole del caso. Diversamente, farò guerra nelle più alte sedi istituzionali». In realtà alle popolazioni dell’Alto Jonio e dell’Alto Tirreno non servono nuovi Primari ma Ospedali “per acuti” efficienti e servizi sanitari decorosi. E’ in questa direzione che si deve muovere l’azione politica di quanti a vario titolo rappresentano i cittadini delle aree più periferiche e marginali della Calabria.

Pino La Rocca

Share Button

2 Responses to Trebisacce, affondo dei 5 Stelle: «Vengono spesi soldi per nuovi primari invece che per riaprire ospedali»

  1. francesca 2018/08/28 at 10:49

    non ci sono parole…..

    Rispondi
  2. GIUSEPPE PAGANO 2018/08/28 at 11:28

    Le due cose vanno di pari passo,nel senso che non si possono aprire ospedali o dei reparti senza Primari e ,viceversa,nominare Primari senza Ospedali.L’iniziativa intrapresa dall’Onorevole in questione denota in maniera lampante l’inconsistenza e l’inconcludenza della classe politica Italiana attuale.Servono Ospedali per acuti,però, senza Primari.Come dire,servono fabbriche senza Direttori;Scuole senza Dirigenti;Comuni senza Sindaci e ,per finire ,Squadre di calcio senza allenatori.Voglio pensare che L’Onorevole abbia scherzato!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *